POLIZIA: centri scommesse al setaccio in Puglia

SAN GIROLANO (BARI) – Grande operazione quella svolta nelle scorse ore da parte delle forze dell’ordine nella zona del Barese, dove è stato svolto un vero e proprio giro di vite all’interno di alcuni centri per le scommesse e circoli ricreativi, in particolare nel piccolo paese di San Girolamo, località a pochi chilometri dal capoluogo della Puglia.

polizia

I controlli, avvenuti nella giornata di venerdì e il cui esito è stato reso noto poche ore fa, si sono concentrati nei luoghi di maggiore aggregazione sociale e abituale ritrovo di giovani, con particolare riguardo alla zona di San Girolamo. Agenti dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, delle squadre Cinofili, e Polizia amministrativa e del Reparto prevenzione e crimine Puglia hanno identificato 39 persone ed eseguito un paio di perquisizioni all’interno dei locali finiti nel mirino delle forze dell’ordine.

Sui 39 soggetti che sono finiti nel mirino delle forze dell’ordine dopo le perquisizioni effettuate, 19 risultano avere dei precedenti penali a carico. Sono stati istituiti anche otto posti di controllo per le strade di San Girolamo e dei Comuni limitrofi: al termine di questi controlli, consistenti nella perquisizione di una sessantina di ciclomotori e di sette autovetture. Al termine di questi controlli, si sono registrate due violazioni al Codice della strada.

Per quanto riguarda le sale per le scommesse e i circoli ricreativi passate al setaccio della Polizia pugliese, sono state contestate diverse sanzioni di tipo amministrativo, con l’accusa di somministrazione di alimenti e bevande alcoliche senza la presenza del prescritto titolo autorizzatorio. Nessuna violazione è invece risultata sul piano delle licenze per le scommesse. Questi controlli sono stati previsti dalla Polizia per prevenire eventuali azioni di stampo criminale all’interno dei centri scommesse e dei circoli ricreativi, locali al cui interno sono spesso presenti diversi giovani e che in passato hanno visto anche alcune infiltrazioni legate alla criminalità organizzata.

Lascia un Commento