WSOPE 2015: Komaromi trionfa nel Mixed Event

BERLINO – Prosegue senza sosta il programma dell’edizione 2015 delle World Series of Poker Europe, in corso di svolgimento presso lo Spielbank Casino di Berlino. E la maggiore curiosità degli appassionati l’ha suscitata la fine dell’evento numero 5, il Mixed Event da 2.200 euro.

alex komaroni

C’erano ancora tre giocatori in corsa per il braccialetto, ma alla fine ha avuto la meglio l’uruguaiano Alex Komaromi: il sudamericano ha mantenuto la propria posizione da chipleader e ha avuto la meglio sugli statunitensi Noah Bronstein e Scott Clements, quest’ultimo sconfitto all’heads-up. Per Komaromi, oltre al braccialetto, arriva anche una prima moneta da circa 65.000 euro, oltre alla soddisfazione di aver portato il suo Paese sul tetto del mondo del poker.

Si è composto nel frattempo anche il Final Table per l’evento numero 6, ovvero il torneo in modalità No-Limit Hold’em da 3.250 euro di buy-in. A comandare il chipcount ci pensa ancora un sudamericano, l’argentino Mario Lopez, che precede il greco Pantos Xanthopoulos e il canadese Sam Chartier. Grande attesa soprattutto per il francese Fabrice Soulier, sicuramente il giocatore più famoso nel lotto dei “finalisti”.

Questo il chipcount alla vigilia del tavolo finale:

  1. Mario Lopez 892,000
  2. Pavlos Xanthopoulos 849,000
  3. Sam Chartier 670,000
  4. Thierry Gogniat 502,000
  5. Alex Rocha 298,000
  6. Sergi Reixach 197,000
  7. Fabrice Soulier 171,000
  8. Artan Dedusha 158,000
  9. Farid Jattin 103,000

Occhi puntati anche su un altro evento che ha preso il via nella giornata di ieri. Stiamo parlando dell’evento numero 7, il torneo Pot Limit Omaha da 550 euro di buy-in. Ben 503 i giocatori iscritti, ma solo 25 di questi hanno superato lo scoglio del Day 1. In testa al chipcount troviamo il canadese Doug Lee, che ha letteralmente fatto una strage di giocatori, ritrovandosi ad avere quasi il triplo delle chips rispetto al secondo, il tedesco Tayfun Oztoygan. Ancora in corsa, tra gli altri, anche Shannon Shorr e John Gale, con quest’ultimo che vuole rifarsi dopo la beffa subita nel secondo evento di queste WSOPE 2015.

Lascia un Commento