LA SPEZIA: approvata mozione sul distanziometro

LA SPEZIA – Il consiglio comunale di La Spezia ha votato la mozione di minoranza per stabilire il nuovo distanziometro, ovvero lo strumento che stabilisce il raggio entro il quale è possibile aprire i centri scommesse e le sale slot, in base a quanto distano edifici sensibili, quali scuole oppure chiese e luoghi di culto.

la spezia

È stata votata dal consiglio comunale di La Spezia la mozione di minoranza che definisce, una volta e per tutte, il cosiddetto distanziometro. Al termine dell’ultima riunione tra i consiglieri del comune ligure, si è stabilito che la distanza con cui potranno sorgere nuovi centri scommesse o sale slot è di 300 metri rispetto agli edifici sensibili.

All’interno di questa mozione sono presenti ulteriori spunti, che i gestori delle sale da gioco dovranno seguire, oltre ad altri elementi come il rafforzamento dei controlli e delle misure di sicurezza che la Polizia locale adotterà nei confronti dei circoli ricreativi e quelli sportivi.

In base alla mozione, presentata dal consigliere Maurizio Ferraioli del Partito Democratico, tutti i locali commerciali con slot machine alla distanza di trecento metri dai luoghi sensibili, dunque, potrebbero rischiare di non veder rinnovare la concessione fornita ai sensi della Legge di Stabilità approvata nel 2014 dal Governo.

All’interno di questa mozione, è presente anche un nuovo sistema di sgravi e di aggravi fiscali attraverso il censimento di tutte le attività commerciali, che presentano slot machine o videolottery al loro interno, oltre a un emendamento che chiede al Comune l’impegno di non concedere più benefici e contributi ai circoli ricreativi che hanno installato le macchinette.

Nel corso della seduta del Consiglio comunale, invece, non è passato l’ordine del giorno che chiedeva il divieto di aprire attività inerenti il gioco all’interno dei locali di proprietà del Comune, oltre a non rinnovare i contratti già sottoscritti alla loro scadenza.

Commenti positivi dalla maggior parte dei consiglieri del Comune spezzino, i quali hanno deciso di combattere i finanziamenti al gioco d’azzardo con un’azione decisa e finalmente concreta.

Lascia un Commento