SCOMMESSE: sventata una truffa informatica

NOVENTA VICENTINA – È stata sventata dai Carabinieri una clamorosa frode informatica, messa in atto da tre uomini ai danni di un libero professionista residente a Noventa Vicentina, un piccolo comune in provincia di Vicenza. Rubati i codici della carta di credito, dopodichè i malviventi hanno effettuato scommesse su diversi bookmakers per circa 3.000 euro.

centro-scommesse

Un uomo di 34 anni residente a Torre Vecchia di Bonifati, in provincia di Cosenza, un 24enne di Inverigo nel Comasco e un altro 34enne di Boscotrecase, in provincia di Napoli. Sono loro i protagonisti di un nuovo clamoroso episodio di truffa informatica, scoperta nella giornata di venerdì dal nucleo dei carabinieri di Vicenza.

La vittima del tentativo di truffa via internet, questa volta è stato un libero professionista residente a Noventa Vicentina, comune nella provincia di Vicenza. Le sue iniziali sono G.L., ha 50 anni e si è visto rubare i codici della carta di credito, poi utilizzata per effettuare svariate scommesse nei giorni scorsi.

Attraverso quattro bookmakers diversi, di cui tre italiani e uno sito in Gran Bretagna, i tre truffatori hanno piazzato un totale di 43 scommesse sportive, spendendo una cifra che si aggira intorno ai tremila euro, tutti prelevati dalla carta di credito del malcapitato uomo truffato.

L’uomo vicentino, dopo aver effettuato un estratto conto e aver notato la mancanza di denaro, ha deciso di denunciare tutto ai carabinieri di Vicenza, i quali hanno iniziato ad effettuare le ricerche in base ai movimenti effettuati sulla carta del malcapitato, fino a individuare l’origine di queste spese folli.

Gli accertamenti effettuati dai Carabinieri hanno condotto fino ai tre truffatori, i quali erano già finiti in passato nel mirino delle forze dell’ordine per altri precedenti penali. Ora, il calabrese, il comasco e il campano dovranno rispondere di frode informatica in concorso e di utilizzo indebito di carta di credito.

Lascia un Commento