SLOT: rapina a mano armata a Corridonia

CORRIDONIA – Ancora una rapina a mano armata in una sala slot. Stavolta è successo a Corridonia, nelle Marche, dove una dipendente si è vista puntare una pistola alla testa da due malviventi.

Rapinata sala slot

Ormai sta diventando un’abitudine, parlare di rapine nelle sale slot. L’ultimo fatto di cronaca è successo a Corridonia, una cittadina del maceratese, nelle Marche. Presa di mira la sala Royal Slot Gold, che precisamente si trova a Passo del Bidollo, a Colbuccaro di Corridonia.

Verso le tre di notte, due malintenzionati hanno fatto irruzione nella sala, dove stava lavorando una giovane donna, una dipendente russa di nome Anna. I due hanno puntato la pistola alla testa della ragazza, intimandole di aprire la cassa, che conteneva un totale di circa 2.000 euro in monetine, l’incasso della serata.

Ovviamente la donna ha obbedito, temendo per la sua incolumità, e i ladri sono scappati sembra a bordo di una Renault Laguna, ritrovata dai carabinieri di Corridonia e sulla quale sono ancora in corso tutti gli accertamenti del caso.

Subito dopo la rapina, la giovane dipendente della sala slot ha chiamato il titolare, Tony Giancarlo, che ha cercato di tranquillizzarla spiegandole di contattare immediatamente le forze dell’ordine. Immediato l’intervento dei Carabinieri, guidati dal comandante Giammario Aringoli, attualmente a caccia dei due malviventi.

Intanto emergono particolari davvero forti. La dipendente dalla sala slot ha raccontato come uno dei due assalitori le abbia tenuto la pistola puntata alla nuca fino a quando non ha aperto la cassa per consegnare il “malloppo”, come ha raccontato lo stesso Giancarlo a cronachemaceratesi.it.

Non è stato stabilito se le armi utilizzate dai due malfattori fossero armi da fuoco vere e proprie o semplici armi giocattolo. Certo è che la situazione delle sale slot è sempre più rischiosa, visto che spesso i malviventi le prendono di mira, sapendo che di norma l’incasso è più alto rispetto ad altri esercizi commerciali e che soprattutto nella maggior parte dei casi i dipendenti sono soli durante la notte.

Lascia un Commento