WSOP: Main Event, Butteroni chiude ottavo

LAS VEGAS – Si chiude in maniera prematura l’avventura di Federico Butteroni nel tavolo finale del Main Event WSOP, iniziato nella notte italiana presso il Rio All-Suite and Hotel di Las Vegas. Il giocatore romano si è dovuto fermare in ottava posizione, vedendo sfumare il sogno di vincere l’ambito braccialetto ma portando comunque a casa poco più di un milione di dollari.

butteroni wsop

Non sarà un italiano a trionfare nel Main Event delle World Series of Poker. Il nostro Federico Butteroni, infatti, è uscito di scena in ottava posizione nel tavolo finale, che ha visto la luce nella notte italiana presso il Rio All-Suite and Hotel di Las Vegas, la casa delle WSOP negli ultimi anni.

Il giocatore romano partiva con uno degli stack più piccoli tra i November Nine, ovvero i nove giocatori che si sono qualificati, durante lo scorso mese di luglio, per il tavolo finale di questo WSOP Main Event. Dopo aver provato a rubare qualche piatto per restare in vita, finchè non è arrivato il momento di scontrarsi con il netto chipleader, l’americano Joseph McKeehen.

Butteroni si è ritrovato ad andare all-in con A-J, nella mano 35 dall’inizio del tavolo finale, e il giocatore statunitense non ha esitato a fare call con A-K,  dominando l’italiano. Il board non ha aiutato il nostro Federico, il quale ha dovuto lasciare il tavolo con il rimpianto di non poter concorrere per il braccialetto e i circa 7 milioni di dollari riservati al vincitore, ma anche con la soddisfazione di aver giocato uno strepitoso WSOP Main Event.

Il gioco è stato poi interrotto dopo l’eliminazione in settima posizione di Pierre Neuville, l’esperto giocatore belga che ha dovuto accontentarsi – si fa per dire – di 1.200.000 dollari. Il gioco riprenderà domani con gli ultimi sei giocatori rimasti in corsa, e verrà interrotto quando il tavolo si ridurrà a tre elementi superstiti.

Lascia un Commento