GUARDIA DI FINANZA: slot abusive e scommesse clandestine, sequestrati due locali a Maddaloni

MADDALONI – Operazione da parte della Guardia di Finanza, i cui agenti hanno posto i sigilli a due bische clandestine, occultate in due bar di Maddaloni, in provincia di Caserta. In totale, sono stati sequestrate quattro macchinette per il videopoker e undici postazioni per le scommesse clandestine, allestite all’interno dei locali dai rispettivi gestori.

guardia di finanza

I militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Marcianise hanno scoperto la presenza di quattro videopoker abusivi, all’interno di un bar di Maddaloni, in provincia di Caserta. Le postazioni erano state allestite dal titolare dell’esercizio commerciale all’interno del proprio locale.

Le macchinette, che dall’aspetto apparivano come dei normali videogiochi, in realtà operavano come delle vere e proprie slot machine, nonchè macchine per giocare al videopoker o alla roulette, grazie ad un apparecchio con il quale è stato alterato il software presente all’interno di ciascuna di loro.

A rimetterci, come di consueto, sono stati coloro i quali si sono seduti a giocare a queste macchinette apparentemente innocue, e che hanno perso ingenti quantità di denaro visto che queste slot machine camuffate da videogiochi non potevano essere finite sotto il monitoraggio dei Monopoli di Stato.

In seguito, nel corso della stessa attività investigativa da parte degli uomini della Guardia di Finanza, è stato individuato un altro esercizio commerciale, presente sempre per le strade di Maddaloni e che ha attirato l’attenzione delle forze dell’ordine a causa di un flusso piuttosto ampio di persone che entravano e uscivano dal locale.

All’interno di questo locale sono state riscontrate ben undici postazioni, con 16 monitor e quattro stampanti termiche, attraverso le quali veniva esercitata la raccolta abusiva di scommesse sportive senza la presenza di alcuna autorizzazione.

Così, gli uomini della Guardia di Finanza hanno posto i sigilli a entrambi gli esercizi commerciali, i cui titolari dovranno scontare sanzioni amministrative per oltre 16 mila euro, oltre a dover rispondere dinanzi alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere dei reati di ricettazione, gestione illecita di scommesse ed esercizio abusivo del gioco d’azzardo.

Lascia un Commento