SCOMMESSE: multa per un centro di Senigallia, beccati due minorenni

SENIGALLIA – Si chiude con il botto, nel senso negativo del termine, il 2015 per il titolare di un centro scommesse sito a Senigallia. Gli agenti della polizia hanno infatti provveduto a comminare una multa ai suoi danni, dopo che due minorenni sono stati sorpresi ad uscire dal locale con una schedina appena giocata.

polizia-scommesse

Chiusura di 2015 decisamente amara per il gestore di un locale di Senigallia, il quale ha ricevuto la visita di alcuni agenti di polizia per essere venuto meno ad alcune norme, relative soprattutto alla accettazione di scommesse e alla vendita di fuochi di artificio non a misura di legge.

Partiamo dall’inizio, cioè dal motivo per chi le forze dell’ordine hanno messo gli occhi sull’esercizio commerciale. Nella giornata di ieri, due minorenni sono stati beccati pochi metri fuori dal centro scommesse mentre tenevano in mano delle scommesse appena giocate.

Insospettiti dalla situazione, i poliziotti presenti in zona hanno deciso di intervenire, chiedendo documenti e generalità ai due ragazzi, e non appena sono venuti a conoscenza del fatto che entrambi erano minorenni si sono fatti condurre all’interno del locale.

Una volta entrati, gli agenti hanno intavolato una discussione con il titolare del centro scommesse, infliggendo una pesante sanzione amministrativa che ammonta a 5.000 euro, per aver accettato una puntata da un minorenne. Dopodichè l’Agenzia dei Monopoli di Stato valuterà la chiusura temporanea del locale finito nel mirino.

Questa multa comminata ai danni del gestore del centro scommesse è solo una delle tante misure prese dalla Polizia, in pieno accordo con il consiglio comunale di Senigallia, per fare un vero e proprio giro di vite nei confronti di chi non rispetta le norme, in modo da far iniziare il nuovo anno nel migliore dei modi.

Oltre al centro scommesse, è infatti stata avviata una serie di servizi di controllo di esercizi pubblici dediti a giochi e scommesse ed anche alla vendita di giocattoli e artifici pirotecnici, molti dei quali beccati a contravvenire a diverse norme, per un numero di multe dal computo totale di diverse decine di migliaia di euro.

Lascia un Commento