CARABINIERI: denunce per bar e centri scommesse nel Casertano

CASERTA – Facevano guardare ai propri clienti le partite di calcio su Sky e su Mediaset Premium, ma servendosi di smart card non abilitate per la tramissione nei locali pubblici. Così sono stati denunciati dai carabinieri i titolari di undici bar, sale giochi e centri scommesse in un alcuni comuni in provincia di Caserta.

carabinieri notte

Raffica di denunce da parte dei carabinieri del Comando Compagnia di Marcianise, i quali hanno effettuato un vero e proprio giro di vite nei locali pubblici di alcuni comuni in provincia di Caserta. In particolare, sono stati effettuati dei fermi nelle località di Gricignano d’Aversa, Orta di Atella e San Nicola la Strada.

Nel mirino delle forze dell’ordine sono finiti ben undici tra bar, sale giochicircoli ricreativi e centri per le scommesse, dove venivano trasmesse le partite del campionato di calcio di serie A, in particolare quelle del Napoli, attraverso smart card sia di Sky che di Mediaset Premium.

A rendere irregolare tutto questo, però, c’era il fatto che le suddette schede per la visione degli eventi sportivi in via satellitare, oppure attraverso il digitale terrestre, non erano abilitate per la trasmissione nei locali pubblici.

I gestori dei locali, infatti, hanno diffuso le immagini delle partite del Napoli in assenza di accordo con il legittimo distributore del segnale, un servizio criptato ricevuto per mezzo di apparati atti alla decodificazione di trasmissioni ad accesso condizionato delle emittenti in questione.

Così, si sono serviti delle schede che in realtà vengono vendute ad uso personale o residenziale, in luogo di quelle previste per la proiezione dei programmi nei locali pubblici.

I carabinieri sono venuti a conoscenza della violazione di queste norme e hanno deciso di far scattare le denunce e i deferimenti in stato di libertà, con l’accusa di violazione alla legge sui diritti d’autore nei confronti dei gestori delle undici attività commerciali.

Lascia un Commento