SLOT MACHINE: furto a mano armata a Brescia, bottino da 20mila euro

BRESCIA – Inizio di 2016 con il brivido per il gestore di una sala per le slot machine, presente nella periferia di Brescia. Nelle prime ore del giorno di Capodanno, infatti, alcuni ladri hanno fatto irruzione nel locale e hanno portato via un bottino di circa 20mila euro.

generica-carabinieri-notte

Attimi di terrore, mentre si attendeva con la consueta ansia e trepidazione l’arrivo del nuovo anno, all’interno dei locali di una sala per le slot machine, presente nella periferia di Brescia, dove i “botti di Capodanno” li hanno fatti scoppiare alcuni ladri che hanno fatto irruzione.

Erano passati solo pochi minuti dallo scoccare della mezzanotte, quando tre malviventi, con svariate armi e una pistola a testa tra le mani oltre al passamontagna necessario per coprire il volto, sono entrati in scena e hanno scelto la sala per le slot machine di via Carlo Zima per agire.

Con una operazione che era stata chiaramente studiata nei giorni precedenti, i tre ladri hanno forzato una finestra presente sul retro del locale, all’altezza di un corridoio che si estende fino al parcheggio sotterraneo, ritrovandosi in pochi secondi nel cuore della sala.

Da qui, i malviventi si sono ritrovati quasi alle spalle dei dipendenti della sala per le slot machine, i quali sono stati subito minacciati, vedendosi arrivare addosso le armi impugnate dagli uomini della banda e non potendo fare altro che assecondare le loro richieste.

Così, nel giro di pochi minuti è stato messo in atto il piano dei ladri, i quali si sono fatti consegnare tutto il denaro presente nelle casse, che in base alle prime ricostruzioni effettuate dal gestore del locale si aggira intorno ai 20mila euro. Dopodichè, i ladri si sono allontanati velocemente dalla sala per le slot machine.

Non è passato molto tempo prima che i carabinieri della Compagnia di Brescia entrasse in azione, soprattutto per effettuare i primi rilievi all’interno del locale, ma per il momento non c’è alcuna traccia dei tre malviventi autori della rapina nella notte di Capodanno.

Attualmente, dai primi accertamenti effettuati non sarebbero emersi dettagli ed elementi utili per il regolare decorso dell’indagine. Tuttavia, è ancora in corso l’esame dei filmati delle telecamere, sia della sala slot che delle altre attività della zona, a circuito chiuso a disposizione delle forze dell’ordine.

Lascia un Commento