SCOMMESSE: Messina-Paganese, Federbet avvia indagini

MESSINA – Ancora sospetti sui flussi anomali di scommesse per le partite del campionato di calcio di Lega Pro. Il match in questione è quello tra Messina e Paganese, disputato domenica scorsa e terminato sul 2-2: le indagini riguardano soprattutto l’eccessivo ammontare di puntate sull’esito X.

messina calcio tifosi

Riprendono i sospetti, e di conseguenza ripartono le indagini, sulle partite che ogni domenica riempiono il programma dei tre gironi del campionato di Lega Pro. La terza serie di calcio potrebbe essere coinvolta nuovamente da uno scandalo che ha come tema il legame tra questa disciplina e le scommesse.

Questa volta, il match che è finito nell’occhio del ciclone è quello tra il Messina e la Paganese, disputato in terra siciliana domenica scorsa e terminato con uno spettacolare 2-2, con gli ospiti che sono passati due volte in vantaggio, salvo poi farsi rimontare in entrambi i casi dai padroni di casa.

Stando a quanto hanno svelato alcuni siti specializzati nelle quote per le scommesse, alcune piattaforme avrebbero visto scendere in maniera vistosa la quota relativa al segno X, partita dalla cifra di 3.40 e raggiungendo, nel corso della partita, addirittura la quota di 2, destando non pochi sospetti.

Sospetti che aumentano se consideriamo che la piattaforma finita nel mirino, Betting Exchange, è considerata dagli esperti del settore quella che, in ogni fine settimana, propone ai propri affezionati le quote più alte per poter scommettere, almeno rispetto ad altri bookmakers.

A rendere il clima ancor più rovente ci ha pensato Francesco Baranca, segretario generale di Federbet, il quale ha puntato il dito senza mezzi termini sul Messina, squadra coinvolta in estate in un’indagine sul calcioscommesse e già coinvolta in gare sospette durante la stagione in corso.

Siamo di fronte a una situazione surreale – ha dichiarato Baranca – : spesso, quando gioca il Messina, si verificano strani movimenti di quote. Questo, sia chiaro, non significa che il Messina trucca le partite. Ma tutto ciò desta sospetti e bisognerebbe monitorare nel dettaglio cosa sta accadendo“.

Si tratta infatti della terza partita in cui ha giocato il Messina, e sulla quale si è verificato un flusso anomalo di puntate, sia nelle ore precedenti alle sfide che nel corso delle stesse: i precedenti riguardano gli incontri con la Casertana a dicembre, e con il Benevento a metà gennaio.

Nel frattempo, il club peloritano ha preso ufficialmente le distanze da queste accuse, con il presidente che ha annunciato seri provvedimenti qualora fosse proprio un tesserato o addirittura la dirigenza, anche se è stata espressa ancora una volta l’estraneità del Messina da questi fatti.

Lascia un Commento