SCOMMESSE: spaccata a Mantova, indagini in corso

MANTOVA – Ladri in azione in un centro scommesse tra i più frequentati nel territorio di Mantova. Il furto è avvenuto nella notte tra venerdì e sabato, quando la banda è riuscita ad introdursi dentro al locale con la classica spaccata, portando via un computer e una macchinetta per cambiare le monete.

spaccata

Il weekend non è di certo iniziato nel migliore dei modi per il titolare di un centro scommesse in località Malpensata a Porto Mantovano, a una manciata di chilometri da Mantova. Nella notte tra venerdì e sabato, infatti, il locale è finito al centro di una rapina abbastanza movimentata.

Erano da poco passate le 3 di notte, quando una banda di malviventi si è apprestata verso il locale, autorizzato a contenere anche slot machine e videolottery oltre che per raccogliere le puntate, e ha avviato il proprio piano per mettere a segno il colpaccio.

Tutto è iniziato con la classica spaccata, con i membri della banda che si sono serviti di un piede di porco per mandare in frantumi il vetro con cui era composta la porta di ingresso del centro scommesse, facendo il loro ingresso nel locale nel giro di pochi secondi.

I ladri devono aver pensato che i registratori di cassa del locale non avrebbero contenuto denaro, così hanno deciso di dirigersi verso la macchinetta per cambiare le monete, che è stata privata della cassetta contenente il denaro, per una cifra che si aggira intorno ai 1.500 euro.

Oltre che della macchinetta per cambiare le monete, il centro scommesse è stato privato anche di un computer, trafugato quasi certamente dai membri della banda nel corso del furto, che è stato facilitato anche dal fatto che non ci fosse un sistema di sicurezza e videosorveglianza dentro al locale.

Così, alle prime luci del mattino il titolare della sala è giunto sul posto con l’idea di aprire i battenti in vista del weekend, ma ha trovato una sorpresa decisamente amara ed è stato costretto a chiamare la polizia di Mantova per denunciare il corso dei fatti.

Le indagini sono tuttora in corso, con gli agenti che si sono messi in moto nelle ore successive alla scoperta della rapina, sia per valutare le dinamiche dell’accaduto sia per provare a identificare gli autori del furto con scasso.

Lascia un Commento