SLOT MACHINE: Arezzo, ancora un furto con scasso

AREZZO – Momenti di vero e proprio panico in un bar alla periferia di Arezzo, dove nella serata appena trascorsa i ladri hanno fatto una nuova irruzione all’interno del locale. Nel mirino dei malviventi c’erano le slot machine, tutte scassinate e svaligiate nel corso della notte.

slot scasso

Ancora una notte beffarda per il gestore di un noto bar, situato nella periferia di Arezzo. Il locale, che già in passato è stato al centro di numerose operazioni da parte dei ladri, è stato nuovamente svaligiato nella notte appena trascorsa, con le slot machine come principale bersaglio.

Era ancora lontana l’ora in cui arriva l’alba, quando la banda di ladri è entrata in azione, ovviamente indossando tutti gli accorgimenti del caso per non far vedere i propri volti, e per prima cosa è stata scassinata la saracinesca con attrezzi del mestiere, per una operazione durata pochi minuti.

Una volta entrati dentro al bar, i malviventi hanno puntato con decisione alle slot machine presenti all’interno. Sono state tutte scassinate e poi svuotate di tutte le monete: una somma spaventosa, considerando che il titolare del locale ha quantificato il tutto nell’ordine di circa 5mila euro.

Non tutte le macchinette sono però state svuotate, visto che alcune sono state letteralmente distrutte, senza però essere private del loro contenuto in termini di monete. I ladri sono dunque scappati, non prima di aver lasciato qualche altro segno del proprio passaggio.

E il risveglio, per il titolare del bar, è stato a dir poco traumatico. Oltre al furto in sè, sono stati ritrovati diversi danni in altre parti del locale, oltre che alle già menzionate slot machine prese di mira durante il colpo messo a segno dai ladri nel corso della notte.

E proprio il titolare, Melania Rossi, ha fatto notare come il suo bar sia stato già preso di mira diverse volte dai ladri, visto che quello avvenuto poche ore fa è addirittura il furto numero 20 subito da quando il locale, nell’ormai lontano 1999, è stato aperto.

Per ora possiamo limitarci a sopportare quanto ci succede ormai da diversi anni – ha dichiarato il gestore del bar – . Da quando abbiamo deciso di aprire abbiamo subito praticamente un furto all’anno. L’unico modo che abbiamo pensato per difenderci è quello di togliere le slot, non abbiamo alternative“.

Sul posto, dopo la segnalazione della stessa titolare, si sono recati gli agenti della Scientifica, i quali hanno effettuato tutti i rilievi del caso per poter provare a risalire agli autori del furto ai danni del bar di Arezzo.

Lascia un Commento