SCOMMESSE: picchiato dopo aver vinto una schedina

CASOLA – Riesce a vincere una schedina domenicale, ma viene malmenato da altre persone presenti al momento della felice scoperta. È successo nel weekend appena trascorso in un centro scommesse di Casola, comune in provincia di Napoli, dove un uomo ha ricevuto delle percosse da alcuni parenti.

centro-scommesse

Quando si chiude una schedina e si riesce a portare a casa un gruzzoletto, piccolo o grande che sia, solitamente i primi a gioire con chi riesce a ottenere la vincita sono i parenti più stretti. Peccato che questo non sia il caso che stiamo per andare a raccontare.

Siamo a Casola, piccolo comune in provincia di Napoli, dove in un centro scommesse si è consumato un momento ad alta tensione che, dopo una serie di indagini, si è scoperto essere una delle più classiche liti tra persone della stessa famiglia.

Un uomo era infatti riuscito a vincere la consueta “bolletta” della domenica, e come di consueto si era recato presso il suo locale di fiducia dove effettuava le giocate in ogni weekend, per seguire le partite in diretta e poter vivere l’emozione di assistere ad una vittoria o veder consumare una perdita.

Ma al momento in cui anche l’ultima partita che rientrava nella sua schedina si era conclusa, e aveva dato l’esito sperato, l’uomo si è finalmente potuto lasciare andare a un’esultanza per quanto era appena accaduto. A qualcuno, però, la gioia di quest’uomo non è affatto andata giù.

Il vincitore di giornata, infatti, poco dopo è stato aggredito con calci e pugni da un altro uomo. Stando alle prime indagini effettuate dalle forze dell’ordine, chiamate immediatamente mentre altre persone stavano dividendo i due litiganti, questi ultimi erano alle prese con vecchie ruggini.

Il modo migliore per giungere alla resa dei conti, dunque, era dare luogo a una bella scazzottata dentro a un centro scommesse, approfittando del fatto che il suo ‘rivale’, che si è poi scoperto essere suo parente, aveva appena ottenuto una soddisfazione dalle gare del weekend.

Nel frattempo, gli agenti della polizia di Casola hanno fermato l’autore dell’aggressione, mentre il suo ‘rivale’ è stato trasferito subito al pronto soccorso per curare ferite ed escoriazioni derivate dal pestaggio subito. Ma alla fine, ha potuto regolarmente riscuotere il valore della scommessa vincente.

Lascia un Commento