SCOMMESSE: sequestrato locale nel Varesino

VARESE – Un bar adibito ad internet point, sito a Malnate, in provincia di Varese, è stato posto sotto sequestro dai militari della Guardia di Finanza. Le scommesse che venivano accettate nel locale, infatti, avvenivano su un sito non autorizzato. Per il titolare dell’esercizio commerciale è arrivata anche una sanzione di 53.000 euro.

gdf scommesse

La Guardia di finanza ha scoperto una sala giochi e bar dove si praticano, secondo le accuse, scommesse abusive a Malnate. Si tratta di un Bar e Internet Point nella zona di piazza Repubblica e le scommesse mascherate avvengono su un sito non autorizzato, con la liquidazione degli importi a favore di giocatori.

Al momento dell’accesso, all’interno del bar c’erano 8 computers, dotati di connessione telematica, apparentemente adibiti a normali postazioni di internet point. I finanzieri hanno notavano un cliente del bar che, ponendosi dinnanzi alla postazione del titolare, adibita anche a cassa, gli consegnava un pezzo di carta con appunti relativi a scommesse.

L’avventore chiedeva allo stesso di effettuare per suo conto le stesse giocate sul sito in questione. Infatti era possibile effettuare scommesse esclusivamente sul portale, concessionario autorizzato al gioco a distanza, pubblicizzato all’interno del bar, attraverso varie locandine e adesivi affissi anche all’esterno dell’esercizio.

I computer sono stati posizonati esclusivamente al fine di effettuare la raccolta di gioco e scommesse. In questo modo il titolare ha eluso il Monopolio Statale sottraendosi alla tassazione di settore (imposta unica), in quanto ha installato i pc, in luogo dei normali apparecchi da divertimento e intrattenimento

Questi ultimi, attraverso il collegamento all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, permettono invece il calcolo e la quantificazione delle relative imposte. Alcuni avvisi e locandine poste dal titolare dell’attività alla clientela hanno confermato le accuse.

E’ stata quindi stata violata la normativa del Decreto Balduzzi contro la ludopatia. La Compagnia di Gaggiolo ha comminato una multa da 53.000 euro, che verrà irrogata dal competente ufficio dell’ Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Varese.

Tutti i personal computer presenti all’interno del centro scommesse sono stati sottoposti a sequestro amministrativo da parte delle forze dell’ordine.

Lascia un Commento