SCOMMESSE: due rapine in 5 giorni, un arresto a Roma

ROMA – I carabinieri di Roma sono riuscito a mettere le mani su un uomo di 37 anni, accusato di aver rapinato lo stesso centro scommesse per due volte nei giro di cinque giorni. Dopo aver svolto una serie di indagini, i militari dell’arma hanno individuato il ladro, per poi metterlo in manette.

carabinieri scommesse

I Carabinieri della Stazione di Roma Santa Maria del Soccorso hanno notificato nelle scorse ore un’ordinanza applicativa di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Roma ad un uomo di 37 anni, disoccupato e con precedenti penali a proprio carico.

L’uomo è infatti già stato detenuto all’interno del carcere di Regina Coeli per altri reati in passato, e le forze dell’ordine che lo hanno arrestato lo ritengono responsabile di due rapine ad un centro scommesse di via di Pietralata, messe a segno nel mese di febbraio scorso.

Il provvedimento cautelare è giunto al termine di accurate indagini, svolte dai Carabinieri e sviluppatesi in un arco temporale tra febbraio e marzo 2016, ovvero il periodo in cui sono avvenute le due rapine, effettuate con lo stesso metodo dall’uomo nello spazio di appena cinque giorni.

Dopo aver effettuato una accurata analisi delle immagini riprese dalle telecamere del circuito di videosorveglianza, installate all’interno del centro scommesse, i militari sono risaliti all’autore delle due rapine, rendendosi conto che si trattava, in entrambi i casi, della stessa persona.

Il rapinatore, che in entrambe le rapine ha agito con il volto travisato, ha seguito uno schema che, evidentemente, al momento di effettuare i propri colpi, ha avuto successo: veniva sempre minacciato l’impiegato del centro scommesse, il quale si vedeva costretto a consegnare l’incasso nelle mani del rapinatore.

Così, dopo aver terminato le indagini ed essersi fatti convalidare le risultanze investigative da parte del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Roma, i carabinieri hanno dato il là per emettere l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del rapinatore.

Lascia un Commento