VIDEOPOKER: furto con scasso in un bar di Vicenza

VICENZA – Ladri in azione nel bar del dopolavoro ferroviario di Vicenza. La banda di malviventi, nella notte appena trascorsa, hanno fatto irruzione nel locale e ha sfondato il registratore di cassa, un armadio blindato e i videopoker presenti: il bottino complessivo si aggira intorno ai 15mila euro.

slot3

Una banda di ladri, dalla identità ancora da scoprire, si è resa protagonista di una operazione in cui è stato devastato e svaligiato il bar Dopolavoro Ferroviario di Samantha Nicoli in via Vaccari 8 a Vicenza, per un bottino di circa 15mila euro. Nel loro mirino soprattutto il registratore di cassa e i videopoker.

Gli uomini della questura del comune veneto stanno indagando per riuscire a scoprire le identità dei tre uomini, i cui volti erano coperti dai passamontagna, e che poco prima delle 2 della scorsa notte si sono aggirati attorno al locale per trovare la migliore via di accesso e notare il servizio di videosorveglianza attivo.

I tre sono tornati sul posto circa un’ora dopo, e con fare deciso uno degli elementi della banda si è messo in posizione di “palo”, in modo da consentire ai due complici di mettere fuori uso le telecamere di videosorveglianza del bar.

Senza che l’occhio indiscreto delle telecamere riuscisse a osservare la loro operazione, i tre membri della banda sono riusciti, con un piede di porco, a forzare l’ingresso del locale e una volta entrati hanno sradicato i cavi dell’impianto elettrico per mandare in tilt il sistema d’allarme e la videosorveglianza interna.

Non hanno però notato la presenza di una microcamera funzionante a batteria, poco visibile se non osservando con attenzione ogni angolo del bar, e che ha registrato tutti i passaggi dell’atto di devastazione subito dal locale in quella notte.

I tre hanno sfondato il registratore di cassa, le macchinette videopoker presenti dentro al bar, oltre a un armadio blindato per rubare il denaro contenuto, per un bottino complessivo che si aggira intorno ai 15mila euro.

Uno dei tre membri della banda, nel corso della rapina, avrebbe perso il proprio passamontagna, e il suo volto sarebbe stato registrato dalla microcamera. Le forze dell’ordine stanno ora passando al setaccio le riprese effettuate, per arrivare all’identità dell’uomo il cui volto è divenuto visibile.

Lascia un Commento