SLOT MACHINE: Cosenza, sequestrati apparecchi illegali

COSENZA – Sequestrate, dagli uomini della Guardia di Finanza di Cosenza, una serie di slot machine e videopoker considerate illegali. Attraverso questi totem, infatti, era possibile accedere a siti che consentivano di acquistare ricariche telefoniche e altri beni di consumo online.

slot online

I finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Cosenza hanno sequestrato 24 apparecchi da gioco e intrattenimento illegali, ovvero slot machine e videopoker nascosti all’interno di due esercizi commerciali e di un circolo privato.

Si tratta dei cosiddetti “totem”, ovvero delle postazioni di gioco che funzionano attraverso un collegamento via internet alla rete telematica dell’Azienda dei Monopoli di Stato, la quale gestisce i giochi tramite soggetti concessionari autorizzati.

Gli apparecchi che sono stati sequestrati sono risultati, in seguito ai controlli effettuati dai finanzieri del comune silano, privi delle autorizzazioni previste quali la licenza di pubblica sicurezza, i certificati di conformità tecnica e il nulla osta di distribuzione dell’Azienda dei Monopoli di Stato.

Le slot machine e i videopoker apparivano, infatti, destinati all’acquisto di ricariche telefoniche e di beni online, mentre i giochi che si sono rivelati illegali venivano avviati solo attraverso una particolare combinazione di tasti.

Quando non c’erano giocatori, le slot machine e i videopoker venivano mantenuti in modalità “stand by”, e mostravano i loghi dei gestori telefonici e di siti di shopping online attraverso i quali si potevano acquistare i relativi beni in maniera illegale.

Il mancato rispetto delle leggi per questi apparecchi da gioco, consentiva al titolare dell’attività di impostare le percentuali di ritorno delle giocate in vincite a proprio favore, assicurando così elevati introiti e bassissime erogazioni di vincite. Anche i minori potevano accedere alle slot machine illegali.

I finanzieri hanno così segnalato all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli tre persone che ora rischiano una serie di sanzioni per una somma di denaro che supera i 500mila euro, oltre alla confisca delle slot machine e dei videopoker fuori legge.

Lascia un Commento