SLOT MACHINE: Cuneo, macchinette svuotate in un bar

CUNEO – Ancora un furto ai danni di un locale contenente slot machine. Questa volta, nel mirino dei ladri è finito un locale in pieno centro a Cuneo. Con un sistema molto ingegnoso, i due furfanti erano riusciti a svuotare il contenuto della prima macchinetta, ma mentre proseguivano nella loro opera sono stati fermati dai carabinieri.

carabinieri-slot

I carabinieri di Cuneo hanno arrestato due pregiudicati 35enni, senza fissa dimora, per il reato di furto aggravato. I due avevano preso di mira un esercizio commerciale con annessa sala per le slot machine in corso Nizza nel comune piemontese.

I due ladri, fingendosi clienti attratti dal gioco alle slot machine, le stavano in realtà depredando del contante contenuto. In particolare usavano un sofisticato apparecchio elettronico denominato slot jammer che interagisce col software delle slot e degli apparecchi cambiamonete

Con questo metodo molto ingegnoso e ricercato, i ladri stavano svuotando del contenuto le macchinette installate nel locale. Una di queste era già stata svuotata di circa 400 euro e si apprestavano ad effettuare lo stesso trattamento anche alle altre macchinette.

Il titolare dell’esercizio si è accorto però che c’era qualcosa di strano nel comportamento dei due e ha chiesto l’intervento dei carabinieri chiamando il 112. In pochi istanti sul luogo è giunto l’equipaggio di una gazzella del Radiomobile che ha colto sul fatto i due arrestandoli per furto aggravato.

Uno dei due aveva addosso il bottino che gli è stato poi sequestrato dai carabinieri e sarà restituito al negoziante vittima del furto. I due sono stati accompagnati in caserma e poi rinchiusi nelle camere di sicurezza in attesa di essere processati dal Tribunale di Cuneo con rito direttissimo.

I congegni elettronici utilizzati per depredare le slot machine sono stati sottoposti a sequestro e intanto le indagini sui due proseguono: è probabile che possano aver messo a segno altri colpi simili in altre sale slot ubicate in città.

Lascia un Commento