SLOT MACHINE: titolare di una sala rapinato e ferito

BRESCIA – Una rapina finita nel sangue, quella avvenuta nella notte tra sabato e domenica in una sala per le slot machine di Brescia. Nel giro di venti giorni, infatti, il locale ha subito la seconda rapina consecutiva, il titolare ha provato a reagire ma è stato ferito alla testa.

polizia slot

Perso il bottino di un’intera giornata di lavoro, e costretto al ricovero per i colpi subiti alla nuca col calcio della pistola. Bruttissimo l’episodio che ha visto come protagonista involontario il gestore dello Slot Café di via Trento 113 a Brescia.

Si tratta della seconda rapina ai danni del locale nel giro di soli venti giorni, forse per questo motivo il titolare ha cercato di reagire, ma purtroppo non è servito a molto, visto che gli autori del colpo alla sala per le slot machine gli hanno inflitto delle ferite alla testa.

Erano le 2 della notte tra venerdì e sabato quando il rapinatore, quasi certamente italiano, di giovane età, è entrato nel locale dove c’erano solo il titolare e un ultimo cliente. Col volto coperto da passamontagna e pistola in pugno il malvivente ha chiesto l’incasso della giornata.

A quel punto il gestore ha cercato di reagire provando a disarmare il rapinatore, ma ottenendo solo il risultato di essere colpito più volte al capo con l’arma. Ottenuti i 3.500 euro della cassa, il malvivente se n’è andato velocemente.

Il tutto è stato ripreso dalle videocamere di sicurezza a circuito chiuso: la speranza degli investigatori è quella di risalire nel tempo più breve possibile agli autori della rapina ai danni della sala per le slot mchine, in modo da mettere le mani su di loro.

Tra l’altro ci sono buone possibilità che il rapinatore sia lo stesso che ha agito venti giorni fa sempre allo Slot Café, e pure, tra domenica 22 e lunedì 23 maggio, alla sala slot «Admiral Club» di via Vallecamonica, dove il bottino fu di circa 10mila euro.

Lascia un Commento