POKER: WSOP, niente da fare per Pescatori

LAS VEGAS – Niente da fare per Max Pescatori, l’italiano più atteso nella giornata appena trascorsa alle World Series of Poker. Il Pirata non è riuscito ad andare a premio nel Dealers Choice 6-Handed Championship. Caccia al braccialetto per Holz, Dan Smith, Pauli e Soulier.

braccialetto wsop

L’evento 6, il No Limit Hold’em da 1.500 dollari, ha visto un’affermazione scandinava. Successo finale, braccialetto e moneta da circa 438mila dollari per lo svedese Peter Eichhardt, che nell’heads up finale ha avuto la meglio su Davis Aalvik. Terzo l’australiano Michael Addamo davanti a John Racener.

Ancora Stati Uniti a dominare nell’evento 8, il torneo nella specialità H.O.R.S.E. sempre da 1.500 dollari di buy-in. Ian Johns ha vinto circa 212mila dollari dopo aver sconfitto in heads up Justin Bonomo, con Christopher Vitch giunto terzo. Final table anche per Andre Akkari (sesto) e Scotty Nguyen (ottavo).

Il torneo riservato agli specialisti del testa a testa, con un buy-in di 10mila dollari, ha visto l’affermazione di un altro giocatore di casa. Alan Percal ha vinto l’heads up finale contro John Smith, dopo che si sono fermati in semifinale Alex Luneau e Oliver Busquet, quest’ultimo grande favorito della vigilia.

L’evento 10, il 6-Handed No Limit Hold’em, ha visto la qualificazione al Day 3 di 21 giocatori. Lo spagnolo Javier Garcirreynaldos comanda il chipcount davanti a Daniel Strelitz e a Mike Cordell, ma attenzione a Fedor Holz e al November Nine dell’anno scorso Pierre Neuville.

Le attese degli appassionati italiani alle World Series of Poker erano rivolte su Max Pescatori, che aveva passato il taglio nell’evento 11, il Dealers Choice 6-Handed Championship. Ma il Pirata è stato eliminato fuori dalla zona ITM, con undici giocatori ancora in corsa. Jean Gaspard comanda il chipcount davanti a Dan Smith.

L’evento 12, ovvero il torneo in modalità Pot Limit Omaha da 565 dollari di buy-in, ha visto l’iscrizione di ben 2.483 giocatori per un montepremi che supera il milione. Alexander Ahmed comanda dopo il Day 1, davanti a David Baker e Adil Khan, ma attenzione a Benjamin Zamani e Robert Mizrachi.

Chiudiamo la carrellata relativa alla giornata alle World Series of Poker con l’evento 13, il torneo Seven Card Razz da 1.500 dollari. 117 giocatori qualificati al Day 2, con Sebastian Pauli che guida il chipcount davanti a Fabrice Soulier e Dutch Boyd, ma occhio anche a Gavin Griffin, David Benyamine, Stephen Chidwick e Daniel Negreanu.

Lascia un Commento