POKER: WSOP, tavolo finale per Max Pescatori!

LAS VEGAS – Ancora grande Italia alle World Series of Poker. Max Pescatori ha raggiunto il tavolo finale nell’evento 49 e punta il suo quinto braccialetto in carriera, ma anche Giuliano Bendinelli e Mustapha Kanit hanno aperto ufficialmente la loro caccia.

max pescatori

L’Italia torna a tifare per Max Pescatori alle World Series of Poker. Il Pirata azzurro ha infatti raggiunto il suo primo tavolo finale in questa edizione, presentandosi tra i migliori otto nell’evento 49, da 1.500 dollari di buy-in e in modalità Seven Card Stud.

Pescatori dovrà vedersela con giocatori del calibro del chipleader Eugene Katchalov e Shaun Deeb che segue a breve distanza, mentre ci sono altri due giocatori come John Monnette e Cory Zeidman che potrebbero avere vita breve, viste le poche chips a propria disposizione.

Questo il chipcount alla vigilia del tavolo finale:

  1. Eugene Katchalov 521,000
  2. Shaun Deeb 485,000
  3. Adam Friedman 396,000
  4. Yaniv Birman 386,000
  5. Max Pescatori 315,000
  6. Katherine Fleck 256,000
  7. John Monnette 85,000
  8. Cory Zeidman 44,000

Giuliano Bendinelli è un altro azzurro che potrebbe fare cose più che egregie, essendo in ottima posizione nell’evento 50, lo Shootout No-Limit Hold’em da 1.500 dollari. Il genovese è al quinto posto su 120 giocatori che hanno superato il Day 1. Guida il chipcount Andrew Whitaker, ancora in piena corsa anche Luca Stevanato.

Questo il chipcount relativo alle prime dieci posizioni:

  1. Andrew Whitaker 66,900
  2. Alex Smith 66,800
  3. Mark Darner 66,800
  4. Korenev Roman 66,800
  5. Giuliano Bendinelli 66,700
  6. Anthony Reategui 66,700
  7. Nick Rampone 66,600
  8. Timothy Chung 66,600
  9. Steven Klein 66,600
  10. Daniel Ginnane 66,500

È partito nella scorsa notte anche l’8-Handed Pot-Limit Omaha Championship da 10.000 dollari. Una specialità non molto diffusa, ma che ha indotto 400 giocatori a iscriversi. Ce ne sono ancora 159 in corsa dopo il Day 1, Steven Mcculler guida il chipcount e troviamo il nostro Mustapha Kanit in buona posizione.

C’erano anche delle speranze riposte in Antonio Buonanno, il quale non ha raggiunto il tavolo finale ma ha comunque ben figurato nell’evento 48, il No-Limit Hold’em con i bui da 30 minuti. Diciottesimo posto per il pokerista campano, nel torneo vinto da Ankush Mandavia davanti a Daniel Strelitz.

Lascia un Commento