SLOT MACHINE: Bari, sparatoria su gestore flusso illegale

BARI – Gestiva il flusso delle slot machine fuori legge a Bari, e nelle scorse ore è stato vittima di un vero e proprio agguato. L’auto che ospitava al suo interno Nicola Vavalle è finita al centro di una scarica di colpi di mitragliatrice, che hanno ferito l’uomo alle gambe e all’inguine. Indagano i carabinieri.

Carabinieri-posto-blocco-notturno

Agguato al fratello del re delle slot machine del Barese. Due uomini in moto hanno sparato mitragliate contro Nicola Vavalle, 51 anni, mentre era in auto, accanto al guidatore nel quartiere San Paolo di Bari.

L’uomo è rimasto ferito al fianco, alle gambe e all’inguine. Ora è ricoverato al vicino ospedale San Paolo dove gli è stato effettuato un intervento chirurgico. Sono circa una trentina i bossoli del fucile mitragliatore rimasti sul luogo dell’agguato, in via Caposcardicchio.

Non si hanno al momento notizie né dell’autista dell’auto in cui viaggiava Vavalle e neppure di chi l’abbia trasportato al pronto soccorso dell’ospedale. L’auto, nonostante sia stata crivellata dai proiettili, sembra sia svanita nel nulla. A parere dei medici ospedalieri l’uomo è in gravi condizioni ma non sarebbe in pericolo di vita.

Sull’episodio indagano i carabinieri e della sezione scientifica che stanno ricostruendo la dinamica dell’agguato e cercando ogni utile indizio. I militari stanno acquisendo le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona nelle speranza che possano fornire elementi utili proprio alla ricostruzione della sparatoria.

In città i carabinieri hanno avviato subito la caccia al killer e al suo complice. Con l’ausilio di metal detector e di cani capaci di fiutare l’esplosivo hanno effettuato numerose perquisizioni in vari quartieri della città.

In uno stabile di via Candura hanno trovato due fucili semiautomatici calibro 12, uno dei quali risultato rubato, e 130 cartucce di vario calibro. Sono in corso accertamenti da parte della sezione Investigazioni scientifiche per capire se le armi siano state usate in passato e se fossero pronte per compiere altri agguati.

Il ferito ha numerosi precedenti per rapina. A suo fratello, di recente, i carabinieri hanno eseguito un sequestro patrimoniale per un valore di 50 milioni di euro. I carabinieri sono alla ricerca di eventuali testimoni. Nicola Vavalle, che è ritenuto componente di una organizzazione criminale specializzata in furti a banche e tabaccherie.

Lascia un Commento