CASINÒ: accordo Saint Vincent-LeoVegas, dettagli e spiegazioni

SAINT VINCENT – Una nuova e importante piattaforma per il gioco online, lanciata a Malta e finita al centro di un accordo con il Casinò de la Vallee di Saint Vincent. Questa è la grande novità sul fronte dei giochi, con la struttura valdostana che ha voluto chiarire la propria posizione in maniera ufficiale.

saint vincent frontale

Da qualche giorno, negli ambienti vicini ai casinò italiani e ai giochi ad essi relativi, non si fa altro che parlare di un nuovo servizio proveniente dall’estero, nello specifico da Malta, con il quale sarebbe stato stretto un accordo con una casa da gioco italiana.

Scendendo nel dettaglio, si tratta di una nuova sala da gioco fondato per il mondo dell’online, il cui nome è LeoVegas, ma che stando anche ad un video apparso anche su Youtube troverebbe la sua prima location dal vivo tra le sale del Casinò de la Vallee di Saint Vincent.

C’è subito stato qualcuno che avrebbe lanciato un allarme, facendo notare che il sito di LeoVegas non è raggiungibile dall’Italia, e quindi che un accordo del genere non sarebbe stato in linea con le norme attualmente in vigore per il gioco online, nonchè dal vivo, nel nostro Paese.

A dire il vero, ci hanno pensato proprio i vertici del Casinò de la Vallee di Saint Vincent, dopo aver letto le reazioni e gli allarmi lanciati sul web, a fornire le dovute spiegazioni a questa nuova collaborazione che, di fatto, è totalmente entro i confini delle regole vigenti in Italia.

“Al fine di far chiarezza – si legge in un comunicato diffuso dai vertici della casa da gioco valdostana – sulle perplessità emerse dalla lettura di alcuni articoli apparsi su testate di settore, si precisa che il Casinò di Saint Vincent ha stipulato un accordo di “servizi e marketing” con un’importante piattaforma di gioco online con sede a Malta”.

Sempre all’interno del comunicato, si fa presente che il predetto accordo prevede la sola visibilità dei tavoli della casa da gioco valdostana (con una serie di riprese effettuate nell’ambiente Casinò della struttura) ad utilizzo esclusivo di piattaforme selezionate da scrupolose “due diligence”.

Queste opereranno esclusivamente su mercati esteri, mentre l’accesso ai tavoli per il gioco live continuerà ad essere precluso agli utenti presenti sul territorio nazionale. E dopo aver fornito le dovute spiegazioni, arrivano anche degli attacchi verso chi ha criticato questa operazione di marketing.

“Non si comprende – si legge nella nota – come vi sia tanto stupore sul tema, atteso che, al più, potrebbe risultare una mera reciprocità. Crediamo che gli addetti conoscano bene le tante case da gioco online che offrono legittimamente in Italia giochi da casinò live trasmessi da studios situati in territorio estero, e non si comprende perchè la nostra azienda non possa fare lo stesso privilegiando gli interessi nazionali”.

La nota si chiude spiegando che “l’accordo raggiunto promuove la visiblità della nostra azienda sui mercati esteri e mira a fornire la possibilità di cross marketing tra aziende che, auspichiamo fortemente, invieranno in loco i loro clienti Vips”.

Lascia un Commento