POKER: WSOP, Castro chipleader nell’evento 63!

LAS VEGAS – Il sogno di Raffaele Castro è più vivo che mai. Il giocatore di Lugano, ma nelle cui vene scorre sangue italiano, è chipleader al termine del Day 2 dell’evento 63 delle World Series of Poker. Attenzione anche a Kanit nell’High Roller for One Drop.

castro wsop

Torna a colorarsi a tinte sempre più azzurre il Rio All-Suite Hotel and Casino, sede delle World Series of Poker. E anche se non è italiano di nascita, Raffaele Castro sta facendo sognare gli appassionati del nostro Paese, con il suo rendimento.

Dopo il Day 2 dell’evento 63, torneo in modalità No Limit Hold’em da 1.000 dollari di buy-in, il ragazzo di Lugano comanda un plotone di 25 giocatori rimasti, davanti a Ryan Drossel e al britannico Matas Cimbolas. A premio, ma già eliminati, Terziani, Fiorentin, Mattia, Preite e Vesco.

Questo il chipcount relativo alle prime dieci posizioni di questo evento:

  1. Raffaele Castro 1,200,000
  2. Ryan Drossel 1,073,000
  3. Matas Cimbolas 1,013,000
  4. Tony Dunst 930,000
  5. Francisco Araujo 910,000
  6. Jayakrishnan Nair 697,000
  7. Pratik Ghatge 583,000
  8. Matthew Moss 531,000
  9. Steven Wolansky 525,000
  10. Ashish Gupta 524,000

Restando in casa Italia, c’è grande attesa per Mustapha Kanit, il quale ha disputato un grande Day 1 dell’High Roller for One Drop, torneo organizzato dalle World Series of Poker a scopo benefico, e dal buy-in di ben 111.111 dollari.

Mustacchione si trova in sedicesima posizione su 88 giocatori superstiti. Comanda Koray Aldemir davanti a Fedor Holz e Brian Green, ma le stelle in corsa sono davvero tante. Anche Dario Sammartino ha superato il Day 1, anche se si trova più nelle retrovie.

Anetta Holley è stata la più brava nel Ladies No-Limit Hold’em Championship, il torneo da 10.000 dollari riservato alle donne. Karein Xiu e Barbara Johnson seguono a ruota, con Vanessa Selbst in top ten e un totale di 112 giocatrici in corsa dopo il Day 1.

Si stringe il cerchio anche nell’High Roller Pot-Limit Omaha 8-Handed da 25.000 dollarii. Ci sono solo tre giocatori in corsa per il braccialetto, con due americani, Tommy Le e Dan Smith, che rischiano di essere beffati dalla freddezza del finlandese Jens Kyllonen, il chipleader.

Nel Tag Team No-Limit Hold’em, evento a coppie delle World Series of Poker da 1.000 dollari di buy-in, ha trionfato il tandem composto da Doug Polk e Ryan Fee. Seconda posizione per Niel Mittelman, Adam Greenberg e Gabriel Paul, la famiglia Little chiude al nono posto.

E nella notte italiana che sta per arrivare, finalmente terminerà l’attesa per l’evento principe delle World Series of Poker. Parliamo ovviamente del Main Event da 10.000 dollari, che attirerà migliaia di giocatori provenienti da tutto il mondo.

Lascia un Commento