SLOT MACHINE: Bergamo, multe a chi non rispetta orari

BERGAMO – Continua la ricerca costante, da parte delle forze dell’ordine, di quei locali che non rispettano gli orari relativi al funzionamento delle slot machine e delle videolottery. Un bar di Bergamo ha ricevuto una multa di mille euro per non aver rispettato il divieto di spegnere le macchinette in serata.

slot

Due agenti della Polizia Locale in borghese, quando erano da poco scoccate le 20.30 di ieri, hanno fatto il loro ingresso in una sala gioco di via Borgo Palazzo. All’interno dell’esercizio vi erano ben sei persone intente a giocare alle slot machine e alle videolottery.

Il tutto avveniva nonostante sia stata applicata, ormai diverso tempo fa, una ordinanza da parte del comune lombardo, che prevede lo spegnimento delle macchinette in tre diverse fasce orarie, ovvero dalle 7.30 alle 9.30, dalle 12 alle 14 e dalle 19 alle 21.

Gli agenti si sono fatti riconoscere e hanno contestato la violazione. Sono scattate quindi la sanzione di 1.032 euro e la conseguente sospensione dell’attività dell’esercizio per un giorno, come previsto dal regolamento sulla prevenzione e il contrasto delle ludopatie.

Non si tratta della prima sanzione innalzata nei confronti del gestore di un locale che contiene slot machine e videolottery, e che non tiene conto delle normative vigenti relative agli orari in cui le suddette macchinette possono restare in funzione.

Nei primi giorni di luglio, infatti, si sono avviate le quotidiane operazioni di controllo da parte della Polizia Locale: appena sono entrati in vigore il regolamento e la relativa ordinanza era stato sanzionato un altro punto di gioco in via Fratelli Calvi.

La maggior parte degli esercizi finiti nel mirino delle forze dell’ordine, comunque, ha dimostrato di seguire le nuove disposizioni comunali, rispettando la regolamentazione e il divieto di gioco nelle tre fasce orarie quotidiane, chiudendo gli esercizi o spegnendo slot machine e videolottery.

Continua, in ogni caso, la fitta attività da parte delle forze dell’ordine che, una volta ricevuto il mandato di intervenire da parte delle istituzioni, non perdono tempo a far notare, e in questo caso a punire, le eventuali mancanze in termini regolamentari.

Lascia un Commento