SLOT MACHINE: doppio colpo nel Parmense

PARMA – Due colpi nel giro di minuti, con dinamiche simili tra loro e con lo stesso obiettivo in entrambi i casi: le slot machine. Così, in due comuni della provincia di Parma si è assistito ad altrettante rapine, dal valore complessivo che supera i 10mila euro.

slot rubata

Dieci minuti. Tanto ha impiegato una banda per svaligiare due sale per le slot machine lo scorso 26 marzo. Il commando, agendo in modo coordinato, in due minuti ha fatto prima irruzione nel locale di Colorno, impossessandosi del denaro della macchina cambiamonete, un bottino da 7.500 euro.

Quindi i malviventi, a bordo di una Fiat Uno verde, si sono spostati a San Polo. Tempo un paio di giri di lancette dell’orologio, sono entrati nella sala per le slot machine, prendendo 2.500 euro.

Neppure l’arrivo del proprietario ha bloccato il blitz: uno dei banditi lo ha costretto ad allontanarsi, minacciandolo con una mazza.

Dopo diversi mesi d’indagine, grazie all’esame del traffico telefonico e le immagini della videosorveglianza, che hanno ripreso tre persone a volto parzialmente travisato, i carabinieri di Colorno sono riusciti a identificare uno dei membri del gruppo: un 26enne di origine kosovara (B. G. le iniziali), rintracciato a Chiari, nel bresciano.

Sarebbe stato lui, secondo la ricostruzione dei militari, a minacciare il proprietario della sala per le slot machine di San Polo. Già con diversi precedenti per furto, è stato arrestato mercoledì sei luglio. Dovrà rispondere di rapina e furto aggravato. Ora è in custodia nel carcere di Brescia.

Lascia un Commento