SCOMMESSE: Legnano, sequestrate due sale abusive

LEGNANO – Prosegue il lavoro da parte delle forze dell’ordine per tutelare la legalità sul fronte del gioco e delle scommesse. Nelle scorse ore sono stati scoperti due centri abusivi per la raccolta delle puntate, che i militari della Guardia di Finanza hanno provveduto a far chiudere e a sequestrare.

guardia di finanza

Continuano i controlli dei militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Varese a tutela del monopolio statale del gioco e delle scommesse. I militari della Compagnia di Gaggiolo hanno eseguito 2 interventi nei confronti di due operatori del settore.

Dopo un’accurata attività d’intelligence, eseguita mediante le specifiche banche dati in uso al Corpo, nonché mediante le risultanze del controllo economico del territorio, i finanzieri hanno sottoposto al controllo due società che agivano per conto di un noto allibratore anglo-maltese, attivo nelle scommesse online.

Quest’ultimo era già ritenuto abusivo sulla scorta della preventiva attività di analisi effettuata, in quanto privo della licenza necessaria per la raccolta di scommesse ed in quanto operante per conto di una società di Malta, bookmaker estero privo della concessione rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Durante i controlli, è stata rilevata la presenza di locandine, adesivi ed insegne pubblicitarie riportanti il logo del noto allibratore, oltre alle consuete locandine riguardanti gli eventi sportivi più importanti della settimana, oltre alle quote relative a tutti i suddetti eventi

Inoltre, i finanzieri hanno rilevato 10 monitor e TV, utilizzati per la visione degli avvenimenti sportivi a disposizione della clientela, 2 computer collocati sul bancone utilizzato dagli addetti per la trasmissione delle scommesse, oltre alle relative stampanti e ai lettori ottici di codici a barre per la lettura delle ricevute.

Ad ulteriore prova della condotta abusiva sono state trovate circa 70 ricevute di altrettante scommesse effettuate tra la data dell’intervento e le date precedenti: erano state prontamente gettate dentro ai cestini di uno dei due locali sequestrati.

Così, i finanzieri di Gaggiolo hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Varese il titolare della ditta individuale per il reato di “esercizio abusivo di attività di gioco o di scommessa” e sottoponendo a sequestro il materiale usato illecitamente.

Una operazione analoga è stata condotta a Samarate, dov’è stato effettuato il sequestro di computer, stampanti e monitors a disposizione dei clienti per l’illecita attività delle scommesse, nonché schede in bianco che servivano per piazzare le giocate.

Lascia un Commento