SCOMMESSE: Reggio Emilia, spaccata con auto e furto

REGGIO EMILIA – Una banda di ladri ha piazzato una rapina che ha del clamoroso, presso un centro scommesse di Reggio Emilia. Prima la spaccata, effettuata usando flessbili, tombini e addirittura una macchina come ariete, poi l’ingresso nel locale e il furto di circa 4mila euro.

spaccata

Hanno usato un’auto come ariete, hanno provato a ricorrere anche a flessibili e tombini per sfondare la vetrata di un centro scommesse sito a Reggio Emilia. Si sono serviti dei metodi più tradizionali i ladri che nella notte hanno colpito, tra l’altro, in due punti della città, più o meno alla stessa ora.

Partiamo dal primo colpo piazzato nella notte dai ladri, quello del centro scommesse Starpoint Goldbet di via Rodano. Utilizzando appunto una vettura come un’ariete, la banda di malviventi in retromarcia ha sfondato la porta d’ingresso della sala scommesse, fuggendo poi con circa 4mila euro.

L’allarme è arrivato all’istituto di vigilanza pochi minuti dopo le 3. Solo allora è intervenuta la polizia, che ora naturalmente è sulle tracce della banda dei ladri: per allontanarsi, i ladri si sono serviti dello stesso mezzo utilizzato per introdursi nei locali.

E’ andato a segno soltanto a metà invece il colpo progettato ai danni del bar tabaccheria Koko Loco di via Papa Giovanni XXIII. Alcuni cittadini, sempre alle 3, hanno notato due persone armeggiare attorno alla saracinesca dell’esercizio commerciale e hanno allertato la polizia.

Alla vista delle volanti, i due si sono dati alla fuga, riuscendo comunque a portare via alcune stecche di sigarette, qualche gratta e vinci e parte dei contanti in cassa. Si sono introdotti praticando un foro nella saracinesca con un flessibile e rompendo poi la vetrata con un tombino in ghisa prelevato dalla strada.

Due anni fa nello stesso esercizio commerciale ci avevano già provato: quattro criminali armati e incappucciati avevano imbavagliato e legato mani e piedi il titolare e una dipendente, e non avendo trovando la cassaforte avevano arraffato poco più di mille euro.

Lascia un Commento