SLOT MACHINE: furto all’orario di chiusura nel Mantovano

OSTIGLIA – Una banda composta da tre ladri ha piazzato un colpo ai danni di una sala per le slot machine di Ostiglia, in provincia di Mantova. I malviventi hanno atteso l’orario di chiusura dell’esercizio commerciale per effettuare la rapina, che ha fruttato loro un incasso di ben 8mila euro.

slot scasso

Hanno atteso l’orario di chiusura del locale che avevano messo nel mirino, in modo che il titolare della sala giochi rimanesse solo, in modo da poter entrare in azione in maniera quasi indisturbata e ottenere ciò che volevano, ovvero il denaro incassato in giornata dal locale.

In questo modo una banda composta da tre ladri, di cui due banditi che sono entrati in azione in prima persona e un terzo soggetto posto fuori a fare da palo, con volto coperto da passamontagna e taglierino in pugno, hanno fatto irruzione in una sala per le slot machine di Ostiglia.

Nonostante la posizione di passaggio, a ridosso dell’Abetone Brennero e accanto ad un altro bar piuttosto affollato, quella sera in giro per le strade del comune in provincia di Mantova non c’era il solito viavai di persone.

Poco dopo lo scoccare delle 22, nel locale i clienti se n’erano andati già da qualche minuto. Il titolare ha cominciato allora a chiudere le slot machine e la cassa. Proprio in quel momento, due uomini con passamontagna hanno fatto il loro ingresso all’interno della sala giochi.

Dall’accento, nessuno dei due ladri entrati in azione sembrava di nazionalità italiana. Hanno pronunciato poche parole, giusto la classica minaccia rivolta al titolare della sala per le slot machine di dare loro l’incasso della giornata. Mostrando entrambi il taglierino che tenevano in pugno, hanno costretto il gestore a consegnare loro 2.500 euro dell’incasso.

Non contenti, si sono fatti aprire pure le slot machine, prelevando altri 5500 euro. E per non rischiare di essere in qualche modo riconosciuti, si sono presi pure il computer che gestisce il sistema di sorveglianza, quindi il video delle riprese sul locale.

Poi sono fuggiti, allontanandosi probabilmente su un’auto che li attendeva fuori. Illeso, il titolare ha chiamato i carabinieri della compagnia di Ostiglia, i quali hanno dato il via alle consuete indagini insieme ai colleghi della compagnia di Gonzaga.

Lascia un Commento