SLOT MACHINE: multa salata ad un bar del Torinese

PIANEZZA – Il titolare di un bar di Pianezza, in provincia di Torino, ha ricevuto una multa di oltre 60mila euro, oltre al sequestro di tre slot machine e una macchina per il cambio delle monete. Le macchinette non erano a norma di legge, e vi si poteva giocare tramite l’accesso ad una stanza segreta.

guardia-di-finanza1

Bastava effettuare un cenno previsto, probabilmente a tavolino, per riuscire a vivere l’esperienza delle slot machine di una volta, cioè prima che subentrassero le nuove norme. E così si apriva per i clienti un mondo divenuto illegale, ma non ancora del tutto debellato dalle suddette norme.

In un bar di Pianezza, in provincia di Torino, la Guardia di Finanza del capoluogo piemontese ha scoperto slot machine illegali e comminato sanzioni per 60mila euro, portando così a una trentina gli apparecchi posti sotto sequestro dall’inizio dell’anno nel capoluogo e dintorni.

Il proprietario del locale finito nel mirino delle forze dell’ordine aveva creato una sorta di stanza segreta, dietro a un muro divisorio che ben si mimetizzava con l’ambiente, alla quale potevano accedere soltanto i clienti cosiddetti “speciali”-

Era lo stesso barista, non appena riceveva un cenno studiato e a lui ben chiaro ad aprire la porta della stanza, astutamente nascosta dal posizionamento di un flipper, tramite un comando a distanza che consentiva l’accesso al luogo in cui si poteva giocare alle macchinette fuorilegge.

Le fiamme gialle hanno sequestrato tre slot machine e un’apparecchiatura per il cambio delle monete, accertando poi l’evasione dell’imposta sulle scommesse per oltre tre milioni di euro e il mancato collegamento alla rete telematica statale degli apparecchi posti sotto sequestro.

Un modo per aggirare la legge e per provare ad avere grandi profitto alle spalle delle istituzioni, che però al gestore del locale di Pianezza è costato molto caro, vista la multa decisamente esosa che è stata sollevata nei suoi confronti.

Lascia un Commento