SLOT MACHINE: spaccata ad Asti, cinque macchinette rubate

ASTI – Ancora una spaccata in un bar, con i ladri che avevano nel mirino le slot machine. Nella notte tra lunedì e martedì, in un locale di una frazione di Asti, la banda di malviventi ha distrutto la vetrata principale usando un’auto come ariete, e ha così potuto portare via cinque macchinette, scappando via con il bottino.

spaccata

Le bande di ladri, forse non sempre la stessa, sembrano aver preso particolarmente di mira il bar tabaccheria di frazione Serravalle, sulla provinciale Asti-Chivasso. Si tratta infatti del quinto furto in 18 mesi, con al centro dei desideri dei furfanti, ancora una volta, le slot machine.

Il titolare del locale, Claudio Dellagaren, che ha rilevato da pochi anni l’attività commerciale ristrutturandola e ampliandola, ha provato in tutti i modi ad evitare nuovi furti, anche facendo installare una grande inferriata e barriere metalliche vicino alle vetrate per cercare di respingere gli impatti delle auto usate come ariete.

Un paio di notti fa è avvenuto l’ultimo assalto, ancora una volta con la stessa modalità con cui sono stati piazzati gli altri quattro colpi avvenuti nell’ultimo anno e mezzo, con lo stesso titolare che ha raccontato la dinamica del colpo, come si legge sul quotidiano di Torino “La Stampa”.

“Credo sia successo intorno alle 2 – ha dichiarato – . Nonostante abbia rafforzato le protezioni esterne, i ladri sono riusciti a sfondare la vetrata vicino a dove ci sono le slot machine. Hanno svuotato due macchinette e sono andati via, penso in pochissimi minuti”.

Stando alla prima ricostruzione fatta dai carabinieri, la banda per colpire avrebbe utilizzato come ariete una vecchia Lancia Y rubata poche ore prima a Monale. L’auto è stata utilizzata in retromarcia per sradicare con un robusto cavo l’inferriata dal muro e per distruggere la vetrata.

Questo genere di manovra ha consentito ai ladri di irrompere nel locale, forzare due delle cinque slot machine e allontanarsi con l’incasso. All’alba la Y rubata è stata ritrovata a Settime, in frazione Meridiana, a poco più di un chilometro da dove si trova il bar assaltato.

Subito dopo essere venuti a sapere del colpo, direttamente da un titolare apparso decisamente affranto per l’ennesima spaccata subita dal suo locale, le forze dell’ordine hanno effettuato i consueti sopralluoghi preliminari, ma per il momento non c’è traccia del bottino, ancora da quantificare.

Facendo anche riferimento al colpo subito dal locale della frazione Serravalle, il questore di Asti Filippo di Francesco ha diffuso un comunicato stampa, nel quale ribadisce l’impegno delle forze dell’ordine per prevenire eventi del genere, anche se fioccano decine di diffide redatte dalla divisione Anticrimine.

Lascia un Commento