SLOT MACHINE: Ravenna, colpo fulmineo nella notte in un bar

RAVENNA – Ancora un furto ai danni di un locale che contiene slot machine. Questa volta la location è un bar in pieno centro a Ravenna. I ladri, che indossavano un cappuccio, hanno fatto irruzione in piena notte e hanno portato via tre macchinette.

slot rubata

Un paio di minuti scarsi. Tanto è bastato ai malviventi incappucciati per fare piazza pulita di slot machine.Nelle prime ore di ieri si sono introdotti all’interno del Moka Cafè di via Volta. Il bottino è stato importante: tre slot machine, caricate su un furgone risultato oggetto di furto.

Con quel veicolo hanno percorso un breve tratto di strada. Poi si sono nascosti nella vicina piscina comunale dove avevano precedentemente forzato uno degli ingressi. E lì, al riparo da occhi indiscreti, hanno avuto tutto il tempo di forzare gli apparecchi.

A seguire, i ladri hanno potuto mettere le mani sul denaro contenuto all’interno delle slot machine. L’ammontare del bottino non è stato ancora quantificato. L’unica cosa certa è che le tre slot machine sono state distrutte, e in seguito abbandonate.

La dinamica

Il colpo è stato immortalato dalle telecamere dell’impianto di videosorveglianza del locale. I ladri hanno iniziato ad agire verso le 3.30 di ieri. A quell’ora il gruppo, composto da tre persone più un palo, si è avvicinato all’obiettivo forzando una porta laterale con una sbarra di ferro.

Poi, una volta all’interno, hanno staccato le macchinette fissate alla parete. Una volta staccate, le slot machine sono state caricate sul cassonato. E nel frattempo i ladri prendevano anche qualche banconota presente vicino al bancone.

Un blitz velocissimo da parte dei malviventi. Tanto che i ladri sono riusciti a volatilizzarsi molto prima rispetto all’arrivo delle volanti. La polizia di Ravenna era entrata in azione quando è arrivato l’allarme dal locale, quindi con un discreto tempismo.

Ritrovate le slot machine

I malfattori sembravano essere spariti nel nulla insieme alle slot machine. Queste sono state ritrovate nella tarda mattinata di ieri in un’area interna alla piscina comunale. Sono stati alcuni dipendenti della struttura sportiva a notarle.

In seguito è arrivata la segnalazione dell’episodio ai carabinieri di via Alberoni. Questi si sono portati sul posto appurando che si trattava di quelle rubate poche ore prima al bar. I militari hanno anche riscontrato che per entrare nel cortile i malviventi avevano forzato la serratura di un cancello.

Lascia un Commento