CASINÒ: decreto antiriciclaggio arriva alla Camera

ROMA – Importanti novità sono in arrivo direttamente dalla Camera dei Deputati. In questi giorni si discuterà una legge che potrebbe cambiare il futuro dei giochi da casinò. Non solo quelli disputati nelle case da gioco, ma anche quelli presenti online.

La Camera dei Deputati è pronta a prendere in mano il destino dei giochi da casinò. È infatti in arrivo un decreto legislativo che riguarda questo tema. Si tratta della quarta normativa arrivata in Parlamento, in materia di norme antiriciclaggio.

Futuro dei casinò in evoluzione

Il testo prenderà spunto dalla direttiva che è stata composta e firmata dai membri UE. Arriverà dunque in queste ore presso la Camera dei Deputati per essere discussa. Il passo successivo, in caso di approvazione, sarà l’approdo al Consiglio dei Ministri.

Come detto, all’interno della norma ci saranno novità sul fronte dei giochi. Il quarto titolo del decreto riguarda infatti il casinò, sia terrestre che online. Si parlerà soprattutto dei controlli necessari a tenere sotto controllo la bontà delle operazioni.

Viene definito il ruolo del Nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di Finanza. Questo, insieme alla Direzione Investigativa Antimafia, sarà chiamato ad intervenire. Lo scopo è quello di dettare disposizioni specifiche per i prestatori di giochi da casinò.

La registrazione dei clienti

Per essi sarà obbligatorio registrare le operazioni di almeno 2mila euro. Si tratta di misure prese per mitigare il rischio. Oltre che in materia di adeguata verifica e conservazione dei dati relativi alle operazioni di gioco.

Da segnare un’altra importante posizione presa nei confronti delle case da gioco. Sarà infatti necessario verificare l’identità del cliente presente all’interno del casinò. In particolare quando saranno presenti operazioni uguali o superiori a 2mila euro.

I gestori dovranno inoltre conservare le informazioni relative per dieci anni. Le disposizioni prevedono che i soggetti obbligati procedono all’adeguata verifica del cliente. Per operazioni occasionali che comportino la trasmissione di importi pari o superiori a 15mila euro.

Tale cifra può essere mossa con una o più operazioni, basta che i fondi vengano trasferiti. Si fa comunque riferimento ai prestatori dei servizi di gioco. E ovviamente l’occasione del trasferimento deve essere legata al compimento di operazioni di gioco.

La mitigazione del rischio

Un articolo del Titolo IV è dedicato alle misure per la mitigazione del rischio. I concessionari di gioco adottano procedure e sistemi di controllo adeguati. Bisognerà tenere sotto controllo i rischi di riciclaggio e finanziamento del terrorismo.

Verranno effettuate alcune procedure e sistemi di controllo. Essi dovranno assicurare l’individuazione, la verifica del possesso e il controllo sulla permanenza, nel corso del rapporto, di requisiti reputazionali, richiesti ai sensi della convenzione di concessione.

Il gioco online

Per quanto riguarda il casinò online, le procedure devono monitorare lo stato dei conti di gioco. In particolare vanno monitorati quelli sospesi e sui quali vi siano state movimentazioni rilevanti. Si aggiungono ad essi i conti di gioco caratrerizzati da una concentrazione anomala di vincite o perdite in un arco temporale limitato.

Lascia un Commento