SLOT MACHINE: assalto nella notte, svuotata una sala nel Livornese

LIVORNO – Colpo nella notte in una sala per le slot machine di Livorno. I ladri, in numero non ancora quantificato, hanno dato l’assalto al locale nell’oscurità. Sono state svuotate ben dieci macchinette, con un ingente bottino portato via dai malviventi.

Sono entrati dal retro, dal piazzale dove c’è l’ingresso secondario del negozio. E una volta all’interno della sala giochi, hanno fatto razzia del contenuto delle slot machine. E così, con un colpo ben architettato, i malviventi ne hanno svuotate dieci.

I ladri sono entrati in azione nella notte tra sabato e domenica scorsi. Il luogo della loro irruzione è il centro Sisal Match Point in viale Provinciale Pisana 525. Ci troviamo a pochi chilometri dall’entroterra del comune di Livorno.

Slot machine nel mirino

Un dipendente ha subito raccontato ciò che ha trovato quando si è recato al locale per aprire. “Hanno forzato le inferriate della porta sul retro e poi hanno spaccato il vetro per entrare. Hanno forzato le slot machine e probabilmente solo dopo sono scappati”.

Non è ancora stato conteggiato l’entità del bottino e del danno procurato dai ladri. Di sicuro ci sono anche le spese di riparazione della porta da mettere in conto. L’ammontare della somma di denaro portata via nella rapina quindi non è ancora nota.

Tuttavia si parla di qualche migliaio di euro contenuto nelle dieci slot machine svuotate. I ladri hanno comunque agito in gruppo: svaligiare dieci macchinette è un’operazione che richiede tempo. E soprattutto, non può di certo essere svolta da una sola persona.

Il furto è stato scoperto ieri mattina quando il gestore ha aperto l’attività. Scattato l’allarme, sono intervenuti gli agenti delle volanti della polizia e gli esperti della scientifica. Questi ultimi si sono subito messi a caccia di tracce per individuare i responsabili.

Ancora un colpo in questa sala

Ora il caso è passato in mano alla squadra mobile per le indagini. Un anno fa, la stessa agenzia di scommesse era già stata svaligiata dai ladri. Ai tempi ci fu un colpo grosso che fruttò ai malviventi circa 30mila euro presi dalla cassaforte.

In quell’occasione i ladri avevano messo ko l’allarme per poter agire indisturbati. Il negozio, secondo chi indaga, viene preso di mira per la posizione favorevole per scappare in fretta. Da via Firenze, infatti, in pochi minuti i ladri sono in grado di raggiungere diverse vie.

A far gola ai ladri, inoltre, sarebbe anche la presenza di altri due ingressi. Si tratta, dunque, di altre due possibili vie di fuga al termine delle rapine. A questo si aggiunga la possibilità di svuotare un numero ingente di slot machine. E il gioco, purtroppo, è fatto.

Lascia un Commento