SLOT MACHINE: rapina finita nel sangue, due arresti

FRANCAVILLA FONTANA – È finita la fuga di due rapinatori a Francavilla Fontana, in Puglia. I ladri avevano effettuato un colpo ai danni di una ditta che gestisce slot machine. Nel corso della rapina, però, i due avevano ucciso il loro complice: dinamica da accertare.

Sono stati fermati i due rapinatori responsabili di slot machine di Francavilla Fontana. Si sono resi protagonisti di un colpo a un impiegato di una ditta che si occupa della gestione dei videogiochi. Nel corso della rapina uno dei banditi venne ucciso dai suoi complici con un colpo di fucile all’addome.

Slot machine sanguinose

In cella, con l’accusa di omicidio e rapina, sono finiti due uomini originari di Conversano. Sono Roberto Fantasia, 22 anni e Pasquale Giannoccaro, 29 anni, sottoposti a fermo di polizia giudiziaria. Provvedimento preso perchè sono ritenuti gli autori della sanguinosa rapina.

Decisiva la prima ricostruzione dei fatti, da parte dei carabinieri di Francavilla Fontana. I due ladri e la vittima rubarono una Ford Focus da un parcheggio recintato con cui speronarono una Peugeot 306. Questa era condotta dal dipendente di una ditta che si occupa di slot machine.

Quest’ultimo stava andando in banca per depositare l’incasso della giornata di lavoro. Dopo aver minacciato la vittima con un fucile a canne mozze, si fecero consegnare circa 29mila euro. Dopo aver ottenuto quel che volevano, i tre rapinatori sono riusciti ad allontanarsi.

La dinamica della rapina e dell’omicidio

Per assicurarsi il bottino e la fuga i tre rapinavano una Peugeot 308 di una passante. La donna veniva strattonata e minacciata con l’arma da fuoco prima della fuga. Resta da chiarire la circostanza che ha portato all’omicidio del complice.

Il colpo esploso procurava a Fiorile una vasta ferita toraco-addominale e uno shock emorragico che gli provocava la morte. Fantasia e Giannoccaro sono stati rintracciati per le vie cittadine di Conversano. Il fermo è stato operato dai Carabinieri delle Compagnie di Monopoli e Francavilla Fontana.

Arrestati gli altri due autori della rapina perpetrata il 23 gennaio scorso. Il colpo è stato effettuato sempre a Francavilla Fontana, ai danni di un impiegato di una ditta locale. Anche in questo caso la ditta si occupa della gestione e della vendita di slot machine.

Lascia un Commento