GUARDIA DI FINANZA: Cilento, sigilli a due centri scommesse

SALERNO – La Guardia di Finanza ha posto i sigilli a due locali che operavano in maniera abusiva. Ufficialmente, entrambi gli esercizi commerciali avevano la funzione di internet point. In realtà avevano delle postazioni per piazzare scommesse in maniera illegale.

gdf scommesse

Sotto l’insegna normali internet point, che in realtà agivano come centri di raccolta scommesse abusivi. Questo è quanto è emerso dalle indagini condotte dagli uomini della Guardia di finanza di Sapri, comandata dal tenente Francesco Venditti.

Centro scommesse camuffato

Nel corso dell’indagine, sono stati individuati e sottoposti a controllo due internet point. Questi locali, che sono stati poi sequestrati, si trovano rispettivamente a Sapri e Caselle in Pittari. I due centri sono risultati abusivi perché privi delle prescritte autorizzazioni.

Una mancata comunicazione che si è interposta fra la clientela del locale e il sistema di gioco. I sequestri effettuati sono tre, uno dei quali risultava essere persino recidivo. Infatti, ha continuato ad operare nonostante avesse subito un sequestro alcuni mesi fa.

Dalle indagini delle Fiamme gialle di Sapri sarebbe emerso che i due centri operavano mascherati da internet point. Tuttavia, in questo periodo avrebbero consentito ai clienti di effettuare delle scommesse. Il tutto senza essere intestatari di un conto di gioco personale.

Giocate all’insaputa delle agenzie

Era possibile scommettere, infatti, utilizzando un conto gioco della società che gestiva i locali. Così, i gestori del centro scommesse camuffato da internet point si interponeva tra il servizio e l’utente. Il tutto all’interno di un circuito non tracciato dallo Stato.

Dunque, entrambi i locali esercitavano senza le autorizzazioni della società da cui ottenevano le giocate. I centri non sono stati sequestrati solo per la loro doppia attività. Sono scattati i sigilli ai beni utilizzati per le attività illecite relative al centro scommesse.

Sequestrate schede di gioco, palinsesti, computer e altro materiale attinente l’attività di raccolta scommesse. L’operazione condotta nel golfo di Policastro si inquadra in una più ampia azione di controllo. Le Fiamme gialle salernitane sono entrati in azione in diversi internet point del Cilento.

Lascia un Commento