SLOT MACHINE: perde tutto e sfodera la mazza, arrestato

IVREA – Perde alle slot machine, per l’ennesima volta, ma questa volta non si trattiene. Così decide di sfoderare una mazza e distrugge la macchinetta che gli aveva portato via i soldi. È successo ad Ivrea, dove un uomo di 55 anni è stato arrestato dalla polizia.

Quando si perde per più di una volta alle slot machine, è difficile trattenere la propria frustrazione. Questa volta, il protagonista della nostra storia non è riuscito a restare calmo. E così ha deciso di sfogarsi proprio su quelle macchinette che lo hanno ridotto in rovina.

Rabbia da slot machine

La storia che vi raccontiamo arriva direttamente da un bar di Ivrea. Qui un uomo di 55 anni era dentro al locale ormai da diversi minuti, quando è accaduto il fattaccio. E in quei minuti di permanenza, aveva giocato e perso (tanto) alle slot machine.

Così ha deciso che fosse giunto il momento di lasciare le macchinette e uscire dal bar. Ma anzichè tornarsene a casa ha preso una mazza da 6 chili e ha fatto ritorno nel locale. Una volta dentro al locale, ha deciso che fosse il caso di sfogare tutta la sua frustrazione.

E come detto, l’uomo se l’è presa con la macchinetta, che dal suo punto di vista era incriminata. Inoltre, dopo aver distrutto la slot machine in cui aveva perso tutto, ha proseguito il suo sfogo. Così ha deciso di prendersi anche tutto l’incasso della slot, circa 100 euro.

L’incredibile flemma

Infine, come se nulla fosse, si è seduto ad un tavolo e si è bevuto una birra. Quasi come a voler aspettare l’arrivo delle forze dell’ordine per l’assai probabile arresto. Come se fosse consapevole che prima o poi sarebbe venuto qualcuno a prelevarlo dal bar.

L’uomo, iniziali F.J., come detto di 55 anni, ha origini croate ma risiede a Ivrea. Subito dopo l’episodio è stato arrestato per furto aggravato dalla polizia del commissariato di Ivrea. Il fatto è accaduto nella serata di venerdì, quando ancora dovevano scoccare le 19.

In bar in questione si trova in via Castellamonte a Banchette a Ivrea. Panico, ovviamente, tra gli avventori del locale e tra gli stessi giocatori delle slot machine. Qualcuno di loro, appena lo hanno visto afferrare la mazza, ha chiamato il 113. Già pronto il processo per direttissima per l’uomo, presso il Tribunale di Ivrea.

Lascia un Commento