SLOT MACHINE: banda di ladri scatenata nel Maceratese

CIVITANOVA – Assalto al cassiere di una ditta che produce slot machine a Civitanova. I ladri hanno bloccato l’uomo, lo hanno colpito per poi portar via gli incassi della ditta. Pochi giorni prima era avvenuto un furto in un centro scommesse: è la stessa banda?

È stato colpito alla testa con un oggetto contundente che lui neppure è riuscito a vedere. È stato rapinato così, sotto casa sua, un uomo di trent’anni residente a Civitanova Matche. Stava rientrando nella sua abitazione e aveva il borsello con all’interno custoditi gli incassi delle slot machine installate nella zona.

Rubato il denaro delle slot machine

Sull’episodio, che si è consumato la scorsa notte a Civitanova Alta, stanno indagando i carabinieri. Stando a quanto ricostruito, l’uomo stava rientrando dal suo posto di lavoro. Quando proprio sotto casa sua è stato raggiunto da due persone, entrambe con il volto coperto.

Un vero e proprio agguato, almeno secondo quanto ha raccontato la vittima ai militari dell’Arma. Il trentenne lavora per conto di una azienda che affitta e dà in gestione le slot machine a varie attività commerciali della zona. E il denaro custodito nel borsello erano gli incassi riscossi a fine giornata.

L’uomo, a causa dell’aggressione, è caduto a terra ed è rimasto per qualche minuto tramortito. I due rapinatori gli hanno sottratto il borsello e sono scappati, facendo perdere le loro tracce. Per fortuna il trentenne non ha riportato ferite o traumi seri.

Episodio analogo in sala scommesse

Solo due settimane fa, sempre nella stessa zona, era avvenuto un furto assai sospetto. In un centro scommesse di Morrovalle, i ladri avevano rubato quattro slot machine. E nello stesso giorno in cui i fornitori ne hanno riportate altre quattro, sono state rubate pure queste.

È stanca la titolare Pamela Del Medico, vittima di due furti nel giro di quindici giorni. I cassetti questa volta erano vuoti, poiché le slot machine non erano state ancora utilizzate. Ma per il suo locale, e per l’azienda fornitrice, il danno ammonta comunque a circa 4mila euro.

Un doppio furto che sembra avere grossi punti in comune, che porta a pensare alla stessa banda. Anche perchè a metà marzo si erano consumati altri due furti del genere. Slot machine asportate e svuotate a Civitanova Alta e Potenza Picena, con la stessa dinamica.

Lascia un Commento