SLOT MACHINE: Padova, violenza su gestore di un locale

PADOVA – Un caso incredibile di violenza legato ancora una volta alle slot machine. Siamo a Padova, dove un uomo ha picchiato il gestore di un locale che contiene le macchinette. Il motivo? Il titolare aveva spento la slot all’orario previsto dalla nuova normativa.

Furia da slot machine

Voleva continuare a giocare con le slot machine, ma era ora di spegnere il gioco. Bisognava infatti seguire l’ordinanza firmata mesi fa dall’ex sindaco Bitonci. Così il proprietario del bar dove l’uomo stava giocando con il video poker, ha comunicato che era ora di staccare la spina.

Tuttavia, al giocatore non andava a genio l’idea di lasciare la sua macchinetta nel bel mezzo di una sessione. Così è andato su tutte le furie e ha iniziato a gettare per aria tutto quello che aveva sottomano. Infine, se n’è andato portandosi via con sé la cassa con all’interno circa mille euro.

Protagonista della vicenda, avvenuta sabato sera, un uomo sulla quarantina, dell’est Europa. Dopo aver bevuto cinque bicchieri di amaro, è andato chiaramente in preda anche ai fumi dell’alcol. Così ha iniziato a creare non pochi problemi al gestore cinese del bar di Padova.

L’orientale ha raccontato alla polizia che l’incallito giocatore di slot machine era un cliente abituale. L’uomo era arrivato nel suo locale intorno alle 20 e si era seduto davanti alla macchinetta. Era rimasto lì fino alle 22, continuando a infilare monetine nel video poker e bevendo a ripetizione.

Qualche bicchiere di troppo

A quel punto, però, il gestore del bar si è avvicinato spiegandogli pacatamente che era arrivato il momento di chiudere tutto. Bisognava spegnere per evitare di prendere la multa prevista dalla nuova ordinanza. Chi viene pizzicato con le slot machine ancora accese dopo le 22 viene infatti multato.

Il giocatore, in risposta, è montato su tutte le furie, ha iniziato a buttare per terra tutto quello che si è trovato sottomano. In particolare ha iniziato a lanciare bicchieri e bottiglie che erano sul bancone e sui tavolini. Poi il giocatore, chiaramente alterato dall’alcol, ha iniziato a urlare.

Aver bevuto qualche bicchierino di troppo ha reso l’uomo particolarmente violento e anche forzuto. Tanto che è anche riuscito a staccare il registratore di cassa dal cavo dell’alimentazione. È riuscito a portarlo via dopo averlo sbattuto più volte a terra, intanscandosi l’incasso della giornata, circa mille euro.

Lascia un Commento