SLOT MACHINE: Ascoli, macchinette scassinate col trucco

ASCOLI PICENO – Scassinate slot machine e cambiamonete in un bar di Ascoli Piceno. L’episodio è avvenuto in pieno giorno ma nessuno si è accorto di quanto stava accadendo. Il gestore del locale si è ritrovato a dover fare i conti con danni ingenti alle macchinette.

Slot machine scassinate in silenzio

Macchinette che diventano miniere d’oro, ma non per chi ci gioca in maniera assidua. Le slot machine sono diventate sempre di più l’oggetto del desiderio di malviventi e truffatori. Sempre più bar e locali che hanno le macchinette per giocare finiscono al centro di furti e rapine.

In favore di persone che, con una certa facilità, riescono a rubarne il contenuto in due maniere. O si agisce rompendo l’apparecchiatura, passando quindi all’azione un po’ più forte. Oppure con sistemi più sofisticati, come quello di introdurre banconote taroccate nelle macchinette cambiamonete.

E spesso i colpi che seguono questa seconda via avvengono in pieno giorno, quando il locale è aperto. L’ultimo episodio è avvenuto pochi giorni fa al bar Stadio di Ascoli Piceno. Il locale si trova proprio di fronte allo stadio Cino e Lillo Del Duca, la casa dell’Ascoli Calcio.

“Hanno scassinato sia le slot machine che i cambiamonete”, spiega il titolare Giulio Di Nicola. La rapina al bar è avvenuta in pieno giorno ma purtroppo nessuno si è accorto di nulla. Questo perché le macchinette si trovano in una saletta separata dal resto del bar.

Si tratta di persone evidentemente molto abili e abituate a compiere questo genere di furti. Non è stato ancora quantificato dallo stesso gestore del locale, l’ammontare di danni e ammanchi. Tuttavia, in base ad una prima stima, la cifra si aggira sotto i mille euro.

Il trucco delle banconote false

Non è la prima volta che il bar viene visitato dai ladri, i quali hanno agito quasi allo stesso modo. Hanno cioè utilizzato il trucco delle banconote taroccate inserite nei cambiamonete. Questo consiste nell’utilizzare dei tagli da 50 euro composti per metà da banconote vere e per metà da fac simili.

All’apparecchio è evidentemente sufficiente leggere la parte buona per erogare il corrispondente in monete. In questo modo, con una sola banconota da 50 euro, ne vengono fuori due. Quindi si ottengono in cambio 100 euro in pezzi da 50 centesimi, un euro e due euro.

Pochi giorni fa lo stesso trucchetto è stato utilizzato in un altro bar, vicino Monticelli. In questa occasione i ladri sono stati ripresi dalle telecamere di videosorveglianza del locale. Probabilmente si tratta degli stessi soggetti che hanno messo a segno dei colpi in altri bar cittadini nelle settimane precedenti.

Lascia un Commento