SLOT MACHINE: controlli in Val di Susa, sequestri a raffica

TORINO – Controlli a tappeto da parte della Guardia di Finanza in provincia di Torino. In Val di Susa sono state sequestrate nelle scorse ore alcune slot machine irregolari. Prelevato anche l’incasso delle macchinette, per i proprietari arrivano sanzioni salate.

Maxi-sequestro per le slot machine

Giro di vite contro le scommesse e il gioco d’azzardo fuori dalle regole in provincia di Torino. Grande lavoro nelle scorse ore da parte dellla Guardia di Finanza della Compagnia di Susa. I militari hanno posto sotto sequestro ben sei slot machine considerate irregolari.

I controlli e i sequestri sono avvenuti all’interno di bar, ristoranti e sale scommesse. La zona battuta nelle scorse ore dai finanzieri è quella della bassa valle. In particolare le località coinvolte nei controlli sono Chiusa San Michele, Buttigliera e Rosta.

Oltre alle slot machine, è stato sequestrato dalla Guardia di Finanza anche il loro incasso. Un ammontare di denaro che si aggira intorno ai 3mila euro. Le slot presentavano delle caratteristiche non conformi a quanto previsto dalla normativa attualmente in vigore.

In particolare, non erano a norma in materia di pubblica sicurezza. Per questo motivo non garantivano la regolarità delle giocate a tutela dell’Erario e del giocatore. La norma che è stata applicata dal Governo in questo ambito a riguardo è molto rigorosa.

I rigidi controlli dell’AAMS

Per questo motivo, per evitare indebite modifiche, prevede delle misure di sicurezza molto chiare. Il fine è quello di non permettere il libero accesso alle schede nelle quali è installato il software che regola le comunicazioni telematiche all’erario.

Sulla base di queste schede, infatti, vengono calcolate le imposte dovute da ogni slot machine. A questo si aggiungano anche gli algoritmi che determinano le percentuali di vincite e di perdita. Tutto fatto in modo da garantire al giocatore una possibilità di successo.

Per questo motivo, dunque, è scattato il controllo a tappeto da parte della Guardia di Finanza. Al termine del quale sono scattati i sequestri delle slot machine e del loro contenuto. Inoltre, nei confronti dei titolari sono state comminate sanzioni amministrative per oltre 48.000 euro.

Lascia un Commento