SLOT MACHINE: stoppata un’altra banda di ladri

MANTOVA – Finisce la corsa di un’altra banda specializzata nei furti alle slot machine. Questa volta siamo a Mantova, dove i carabinieri hanno effettuato ben quattro arresti. Si tratta di tre uomini e una donna, che è anche l’unica donna della banda.

Slot machine, sgominata un’altra banda

Manette ai polsi per una banda di malviventi dedita al furto di slot machine. Sono ben quattro le persone arrestate – tre uomini e una donna – di cui tre residenti nell’Oltrepò Mantovano. Il quadruplo arresto è avvenuto dopo un’operazione condotta dai carabinieri.

I militari erano intervenuti, inizialmente, in un bar di Rolo dove era appena avvenuto un furto. Il bar in questione, assaltato attorno alle 3, era quello afferente alla stazione. In esso i malviventi avevano asportato due slot machine e una cambiamonete.

Ma oltre a portare via i malviventi avevano anche “lasciato” qualcosa, chiaramente per sbaglio. Nello specifico hanno dimenticato elementi sia sulla loro identità, sia sulle due auto utilizzate. Tutti e due i veicoli sono risultati rubati, quindi è stato più facile intercettarli.

I ladri hanno lasciato tracce anche su dove fossero diretti, ovvero al bar Les Chats di Reggiolo. In questo locale hanno scassinato alcune slot machine, ma la loro avventura è durata poco. Lì, infatti, venivano sorpresi dai carabinieri, tentando così la fuga.

La scoperta e la fuga

Nasceva così un inseguimento conclusosi poco dopo nel centro di Reggiolo. I carabinieri dopo un po’ riuscivano a bloccare e a trarre in arresto uno della banda. Il suo nome è Bojan Mitov, si tratta di un 28enne serbo residente a Gonzaga.

A questo punto la trappola dei carabinieri era pronta a scattare anche per i restanti membri della banda. E dopo un po’ venivano bloccati i restanti tre componenti. Manette ai polsi dunque per altri due uomini e per una donna, l’unica italiana della banda.

Il primo arrestato è Mansoor Alì Khusai, un 25enne di origini pakistante residente anch’egli a Gonzaga. In manette anche la 22enne di Campegine nel reggiano Eleonora Sollazzo. L’ultimo arrestato è un 23enne di San Benedetto Po, Stefano Ibraimovic.

Lascia un Commento