SLOT MACHINE – Cacciatori ritrovano in un campo delle slot rubate nella notte di Halloween

La notte di Halloween ha riservato uno scherzetto molto amaro ai proprietari di alcuni locali di Brescia, ai quali sono state trafugate quattro slot machine. Curiosamente la mattina dopo sono stati dei cacciatori a ritrovare gli apparecchi, abbandonati in aperta campagna.

Lo scherzetto di Halloween

Quattro slot machine con relativa macchinetta cambio-monete sono sparite da alcuni locali bresciani nella notte tra il 31 ottobre e il primo di novembre. Sono state poi rinvenute intorno alle 7:30 del giorno dopo nella campagna del comune di Rezzato, svuotate del loro contenuto. Ad accorgersi dell’ingombrante refurtiva abbandonata nei campi sono stati alcuni cacciatori della zona, che di prima mattina stavano per dedicarsi al loro sport preferito. Considerato il numero e il peso delle slot, si suppone che siano entrati in azione più ladri, attratti ovviamente dal denaro che questi apparecchi contengono. Per svuotarle con più tranquillità e liberarsi di ciò che ormai non serviva più, i malviventi hanno evidentemente portato le macchinette in campagna.

Le indagini dei carabinieri

I cacciatori che hanno notato le slot nel campo hanno avvisato subito i carabinieri: ad occuparsi del caso sono stati i militari del Nucleo radiomobile di Brescia. Tuttavia, stando a quanto riportano alcune testate locali, inizialmente le indagini hanno consentito di risalire solo al legittimo proprietario di una slot, proveniente del Pitaya’s Cafè di via Leonardo Da Vinci nel quartiere di Virle Treponti di Brescia. Il locale è gestito da una famiglia cinese, che ha riconosciuto in foto una delle macchinette in seguito al furto messo a segno da ignoti la notte precedente.

Nel locale di via Leonardo Da Vinci, molto frequentato, le slot sono quattro. Il fatto che ne sia stata trafugata una sola fa presumere che i ladri non siano riusciti a portare a termine il colpo, poiché disturbati da una notte movimentata come quella di Halloween, con tanta gente per strada fino a tardi. Forse è stata scelta proprio la notte di Halloween per dare meno nell’occhio. La slot, comunque sia, è stata restituita presto ai proprietari. Per quanto riguarda le altre, sono in corso degli accertamenti. I carabinieri hanno anche recuperato le registrazioni delle telecamere di sorveglianza installate nella zona del bar.

Lascia un Commento