CASINÒ – I cinesi puntano tutto sulla Cambogia: Sihanoukville è la nuova Macao

In questi anni è stata Macao a guadagnarsi il soprannome di Las Vegas asiatica. Adesso però c’è una nuova location orientale che sta attirando gli interessi dei giocatori cinesi e non solo. Si chiama Sihanoukville ed è una città portuale della Cambogia meridionale, affacciata sul golfo del Siam. Sihanoukville è una meta turistica che offre belle spiagge e isole, cose che Macao non è in grado di dare ai propri ospiti.

 

L’ascesa di Sihanoukville

Conosciuta anche come Kampong Som o Kampong Saom, Sihanoukville è una delle città più importanti della Cambogia, nazione da 14 milioni di abitanti che confina con Thailandia, Laos e Vietnam. La costa cambogiana è una destinazione che ha conosciuto un boom di turisti negli ultimi anni e anche il settore dei casinò ha approfittato di questa tendenza. Del resto Sihanoukville offre un tipo di vita diverso da quello frenetico della capitale Phon Penh.

I businessmen cinesi hanno perciò deciso di trasformare Sihanoukville nella nuova Macao o nella nuova Las Vegas, se preferite. Pensate che ci sono 16 casinò già operativi nella città e altri 9 verranno aperti nel 2018! Solo nel 2017 la Cambogia ha concesso 79 licenze.

Aaron Ghini, manager del Queenco, ha dichiarato: “Il business dell’azzardo è molto profittevole e tra tre anni Sihanoukville sarà molto più grande di oggi”.

Tanti cinesi in Cambogia ma non solo

Chi arriva in Cambogia per giocare nei casinò? Molti appassionati dai Paesi vicini, dove il gambling è vietato. Pensiamo a Thailandia o Vietnam, ma anche alla Malesia. Gli abitanti cambogiani si lamentano in particolare dell’invasione cinese, tuttavia i soldi cinesi fanno comodo ovviamente.

Si stima che si potrà raggiungere il numero di 20 milioni di turisti cinesi all’anno entro il 2020. Un numero superiore a quello degli abitanti della Cambogia! Siamo davvero nel bel mezzo di un’ascesa incredibile per l’economia asiatica. Tra il 2012 e il 2016 sono stati investiti dai cinesi 4 miliardi di dollari in Cambogia.

Gli USA hanno investito solo 100 milioni aprendo anche una fabbrica della Coca Cola. Anche il Giappone ha interessi economici nel territorio cambogiano. Staremo a vedere cosa succederà in futuro.

Lascia un Commento