SCOMMESSE – Quote in bilico per la Juve che pesca il Tottenham in Champions

Le avversarie più temibili sono state evitate, però alla Juventus il sorteggio degli ottavi di Champions ha riservato una sfidante da non sottovalutare. I bianconeri affronteranno tra un paio di mesi il Tottenham e secondo i bookmaker la qualificazione ai quarti è in bilico: sul tabellone Microgame la squadra di Allegri è in vantaggio a 1,75 ma gli Spurs sono lì a 1,95.

Una sfida insidiosa per la Juve?

Il londinesi del Tottenham non vanno sottovalutati, poiché sono arrivati primi nel loro girone davanti al Real Madrid, battuto da Harry Kane e compagni. Sulle quote, probabilmente, pesa anche la tradizione negativa della Juve con le inglesi: nelle ultime dieci sfide europee a eliminazione diretta, 6 volte i bianconeri sono stati eliminati, riuscendo a passare il turno solo 4 volte.

L’andata è prevista il 13 febbraio a Torino. Il ritorno si giocherà il 3 marzo al Wembley Stadium di Londra. Il capocannoniere degli Spurs è il già citato Kane, che ha segnato 6 reti in 6 partite. Meglio di lui ha fatto solo Cristiano Ronaldo del Real, tra l’altro nello stesso girone. Curiosamente il Tottenham è la squadra che ha fatto più punti nel suddetto girone tra tutti team della Champions: ben 16 punti.

Trofeo alla Juve a quota 18

Quanto alle possibilità di alzare l’ambito trofeo, restano fondamentalmente invariate le chance della squadra di Allegri, data a circa 15 volte la scommessa. Una delle migliori quote la offre Snai a 18.

La squadra favorita per la vittoria finale della Champions League a Kiev sembra essere il Manchester City (a quota 4), seguito da PSG e Real Madrid (a 6). Un po’ più staccati ci sono il Barcellona (a 8) e il Manchester United. Solo il prossimo 26 maggio scopriremo se le quote avranno avuto ragione.

Un mezzo miracolo servirebbe per vedere la Roma in fondo, visto che i giallorossi sono pagati a 40. Gli uomini del mister Eusebio Di Francesco proveranno a sorprendere tutti e per adesso possono ben sperare, visto che hanno pescato un avversario non troppo ostico: gli ucraini dello Shakhtar.

Lascia un Commento