SLOT – Sfondano vetrata con un tombino: rubati 9.000€ in provincia di Mantova

L’ennesimo furto ha preso di mira delle slot machines. Questa volta la storia arriva da un bar di Tabellano di Suzzara, in provincia di Mantova. I malviventi hanno sfondato la porta d’ingresso del locale grazie all’ausilio di un tombino e hanno portato via una slot machine e una macchina cambiamonete. Secondo le prime stime, il bottino si aggira intorno ai 9mila euro. Il furto è stato denunciato ai carabinieri.

Il colpo nel mantovano

Si chiama ‘Ora Caffè’ il locale preso di mira in strada Nazionale 65/b a Tabellano. Il proprietario è Wu Fanghin, di chiare origini asiatiche. Degli ignoti hanno sfondato con un tombino di ghisa il cristallo della porta d’ingresso della sala, dove si sono impadroniti del cambiamonete e di una macchinetta.

Il proprietario ha subito chiamato la società che fornisce le macchinette. A quanto pare sono stati sottratti circa 9mila euro. Un commesso si è accorto del furto la mattina poco dopo le 5, quando si è recato ad aprire il locale ma lo ha trovato devastato.

 

I malviventi avevano prima tentato di entrare dall’ingresso principale, poi con la forza hanno rotto la porta laterale che dà sul parcheggio interno e successivamente hanno infranto il vetro della seconda porta di accesso alla sala slot.

Una volta entrati nel locale hanno trascinato fuori una macchinetta e il cambiamonete mentre altre due slot sono cadute a terra. Gli uomini hanno lasciato disordine e vetri dappertutto. Il furto è stato denunciato quindi ai carabinieri di Suzzara.

I sospetti del proprietario

Il proprietario sospetta che i malviventi avessero fatto un sopralluogo durante il giorno, con la scusa di un caffè e di una giocata. Il barista ha infatti dichiarato: “Sono venuti due clienti dentro il locale. Hanno ordinato un caffè al banco e si sono fatti scambiare una banconota da 5 euro. Poco più tardi sono andati nella saletta dove si trovano le slot e là sono rimasti venti minuti. Tra me e me mi sono detto che avrebbero finito presto il resto che gli avevo dato. Quando sono andato a controllare, stavano uscendo per andare via. Mi ricordo che erano due uomini dalla carnagione scura”.

Forse i due uomini sono andati nel locale con la scusa di fare un sopralluogo per verificare sistemi di allarme e telecamere di videosorveglianza. Probabilmente il cambiamonete e la slot verranno ritrovati svuotati in qualche zona isolata di campagna, nella golena del Po o in qualche area industriale.

I furti di videogiochi ormai sono all’ordine del giorno. Per i ladri rappresentano bottino facile e sicuro: le macchinette non vengono svuotate tutti i giorni e nei cambiamonete c’è sempre qualche spicciolo.

Lascia un Commento