A Cipro si costruisce il più grande resort-CASINÒ d’Europa: aprirà nel 2021

A Cipro sono appena iniziati i lavori per il colossale ‘City of Dreams Mediterranean’, che con i suoi 550 milioni di euro rappresenta il più grande investimento immobiliare della storia dell’isola e diventerà il più grande resort-casino integrato d’Europa. L’apertura è prevista nel 2021 ma si conoscono già numerosi dettagli.

city of dreams cipro

Un resort-casinò da 550 milioni di euro

Il ‘City of Dreams Mediterranean’ comprende un hotel a cinque stelle con 500 camere, 11 ristoranti, un’area shopping di 1200 metri quadrati (ispirata alle antiche strade della capitale Nicosia), centri benessere, palestre, 9600 metri quadrati di aree congressi ma anche un casino con 140 tavoli da gioco e 1.200 slot machines.

La struttura sorgerà vicino a Limassol, nella parte sud dell’isola di Cipro. Verrà completata nel 2021 e già dal secondo anno di attività sarà in grado di contribuire per 700 milioni di euro all’economia dell’isola, pari al 4% del Pil cipriota, attirando circa 300mila turisti l’anno (circa un terzo della popolazione locale) e occupando a regime qualcosa come 4500 addetti, indotto compreso.

A mettere sul piatto i capitali per un progetto di tali dimensioni è stato un colosso asiatico del settore, Melco Resort, che possiede una serie di strutture simili in Cina, a Macao e nelle Filippine.

La struttura sarà strategicamente posizionata vicino al nuovo porto turistico di Limassol e sarà in grado di accogliere superyacht privati lunghi fino a cento metri.

Tutto ciò rientra nella politica cipriota di investimento nel turismo di fascia alta, in grado di generare enormi ritorni economici. Nel Mediterraneo Cipro ha pochi rivali su questo piano, considerando la relativa inerzia delle altre grandi isole ‘sorelle’ (Sicilia, Sardegna e Creta).

La crescita del settore turistico a Cipro

In attesa dell’inaugurazione del ‘City of Dreams’, prevista fra tre anni, il 28 giugno sempre a Limassol aprirà i battenti un ‘temporary casino’, con strutture simili ma più piccole anche negli altri centri dell’isola (Nicosia, Paphos e Larnaca).

Più in generale, il settore turistico a Cipro è in continua crescita su ogni fascia di spesa, grazie anche al moltiplicarsi delle rotte aeree low cost: in sette anni le presenze sono aumentate di oltre il 70%, dai 2,1 milioni di arrivi del 2010 ai 3,6 milioni dell’anno scorso. L’ultimo dato disponibile relativo al 2018 è quello di marzo, mese nel quale il fatturato del settore ha toccato i 110 milioni di euro (+27,8% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente). Ma è con il ‘City of Dreams’ che Nicosia vuole davvero fare il salto di qualità.

Lascia un Commento