In Ucraina il poker è uno sport, ma solo nella modalità a torneo

In Ucraina si è deciso che il poker non è un gioco d’azzardo, quindi è escluso dalla legge che lo vieta. I legislatori hanno definito infatti il Registro degli sport riconosciuti, decidendo di includere tra questi il poker. I club dunque sono stati accontentati e ora si pensa anche all’online.

Il poker tra gli sport in Ucraina

Il Ministero della gioventù e dello sport ha elencato l’attività di gioco come ‘sport del poker’, quindi sport autorizzato. Anche se non è ancora chiaro se i nuovi regolamenti verranno emanati entro quest’anno, ridefinire il poker come uno sport sembra un enorme primo passo verso la legalizzazione.

Il poker è stato definito precedentemente come gioco d’azzardo nel 2010. Anche se non è stato considerato alla stessa stregua delle slot machine o di altre modalità di azzardo puro, per molti tribunali aveva finora le stesse caratteristiche dei classici giochi d’azzardo.

I club di poker hanno contestato tale decisione e hanno portato il caso alla Corte Suprema, che si è schierata con i club. Dopo aver esaminato il gioco alla luce della legge del 2009 “On Prohibition of Gambling Business in Ukraine”, i ministri competenti sono arrivati alla conclusione che il poker era in conflitto con la legge anti-gambling.

Il cash game però è ancora azzardo

La corte ha specificato che la decisione si applica solo ai tornei, poiché il cash game è ancora vietato. Comunque sia, dal 2013 fino a pochi giorni fa, i circoli di poker hanno operato in una zona grigia, nell’incertezza giuridica. Ora almeno si è fatto un passo avanti.

Gli operatori online sono stati costretti a spostare i loro server al di fuori dei confini del Paese per evitare guai giudiziari. Nel 2016 il più grande network del paese, iPoker, è uscito dall’Ucraina essendo un mercato non regolamentato.

Con il riconoscimento del poker come una disciplina spotiva, potrebbe essere imminente una nuova legge anche per il poker online, non essendo più soggetto alla normativa del 2009. Prima del ban, a Kiev, l’Ucraina aveva ospitato diverse tappe del Russian Poker Tour.

Lascia un Commento