Ruba in ospedale per giocare alle slot: denunciato 38enne a Reggio Emilia

Un 38enne ludopatico a Reggio Emilia ha rubato e rivenduto a 20 euro il cellulare di una donna, ricoverata come lui in ospedale, per giocare al videopoker. Lo hanno scoperto i carabinieri della zona che hanno indagato proprio tra i pazienti della struttura. L’uomo alla fine ha confessato ed è stato denunciato per furto.

SLOT

38enne ruba in ospedale per giocare alle slot

Ha derubato una degente in ospedale mentre lui stesso era ricoverato nella stessa struttura sanitaria, a Reggio Emilia. E lo ha fatto per poter giocare ai videopoker. Una brutta storia di cui purtroppo non conosciamo tutti i dettagli.

Sappiamo solo che il ladro ha approfittato della momentanea assenza della vittima e le ha rubato lo smartphone dal comodino. Le successive indagini dei carabinieri della caserma di Santa Croce, ai quali la donna ha formalizzato la denuncia, hanno scoperto portato alla confessione del ladro.

L’uomo ha confessato ed è stato denunciato

Inizialmente era stata sospettata una donna, ovvero la compagna di stanza della derubata. Poi però i sospetti sono presto ricaduti sul 38enne. Messo alle strette dai carabinieri, l’uomo ha ammesso le proprie responsabilità dichiarandosi l’autore del furto.

Non poteva però restituire il cellulare rubato poiché, subito dopo il furto, l’ha venduto per venti euro. Quei soldi sono stati spesi subito nel gioco d’azzardo, da cui l’uomo risulta essere dipendente. Ora è stato denunciato per furto.

Questa storia ci fa capire, una volta di più, che una persona ludopatica è disposta veramente a tutto pur di recuperare un po’ di soldi da giocare. Il furto di un telefono è senza dubbio riprovevole, specialmente in un contesto come quello ospedaliero.

Lascia un Commento